Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Qualcosa arriva. Como e provincia: 23mila mascherine per Protezione Civile e Centri Operativi

Sono 440mila le mascherine in distribuzione alle varie Province lombarde e ai volontari di Protezione civile che operano sul territorio regionale contro il Coronavirus.

Per le Province

In particolare, 360milamascherine e altrettante paia di guanti monouso sono destinate alle Province – e da queste ai centri operativi comunali – mentre ai volontari andranno complessivamente 80mila mascherine e altrettante paia di guanti.

Risposta alle richieste

Soddisfatto l’assessore regionale al Territorio e Protezione civile, Pietro Foroni, che dicea: “Siamo riusciti a rispondere alle richieste di Dispositivi individuali di Protezione provenienti dal territorio, mentre continuiamo a battere tutte le strade praticabili perché nella nostra regione l’approvvigionamento di mascherine e guanti prosegua senza soluzione di continuità fino alla scomparsa definitiva dell’epidemia”.

Dove ritirare il materiale

Il ritiro del materiale avviene dal magazzino di Rho/MI gestito da Areu (Azienda Regionale Emergenza Urgenza).  Ogni provincia ritira presso il magazzino la dotazione assegnata.
I volontari di Protezione civile supporteranno le Agenzie di Tutela della Salute (ATS) ritirando anche il loro materiale e consegnandolo direttamente ai loro magazzini.

I dispositivi in consegna ai volontari di Protezione Civile

In dettaglio il numero di mascherine anti Coronavirus destinato ai volontari Protezione civile: Bergamo, 10.000; Brescia, 10.000; Como, 5.000; Cremona, 6.000; Lecco, 4.000; Lodi, 5.000; Mantova, 6.000; Milano, 10.000; Monza e Brianza, 5.000; Pavia, 5.000; Sondrio,  4.000; Varese, 5.000; Colonna Mobile Regionale, 5.000. In totale 80.000 pezzi.

Destinate alle Province (Centri Operativi Comunali)

Bergamo,  50.000; Brescia, 50.000; Milano, 10.000; Como, 18.000; Cremona, 25.000; Lecco, 15.000; Lodi, 20.000; Mantova, 15.000; Milano (Città Metropolitana), 80.000; Monza-Brianza, 25.000; Pavia, 20.000; Sondrio, 12.000; Varese, 20.000. In totale 360.000 pezzi.

Non bastano, ovvio, ma è un inizio. Almeno.

CORONAVIRUS: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI DA COMO, LOMBARDIA E TICINO

TAG ARTICOLO:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti: