Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Domani messa in suffragio di don Roberto. Pass per la Cattedrale, maxi-schermi nelle piazze Grimoldi, Verdi e Cavour. Ecco come

Sabato 19 in Cattedrale, alle ore 9.30, la Santa Messa in suffragio di don Roberto Malgesini.

La città di Como e l’intera Diocesi e si stringono in preghiera.

L’ingresso in Cattedrale è per tutti coloro che hanno ricevuto il pass.

Saranno presenti i familiari, i fedeli delle parrocchie di Regoledo – dove è nato e cresciuto, Gravedona, Lipomo, della Comunità “Beato Giovanbattista Scalabrini”, dove ha esercitato il suo ministero pastorale e, non ultimi, i fratelli a le sorelle ai quali egli ha voluto più bene: i poveri della città.

I presbiteri e le autorità civili e militari occuperanno lo spazio loro riservato.

Coloro che sono provvisti di pass potranno accedere alla Cattedrale, attraverso la porta principale, a partire dalle ore 8.30 (al termine dei controlli di sicurezza) e fino alle 9.00.

In considerazione del numero limitato degli accessi in Cattedrale, è previsto l’allestimento di tre maxi schermi nelle piazze Grimoldi, Verdi e Cavour, in collaborazione con EspansioneTv che assicura la diretta della Santa Messa. Sarà possibile accedere alle piazze, fino a esaurimento dei posti, a partire dalle ore 8.30 (al termine dei controlli di sicurezza). L’accesso alle piazze sarà presidiato da dieci gruppi di volontari (Alpini, Protezione civile, giovani) e non sono previsti posti a sedere. Saranno disponibili dispenser con liquido igienizzante per le mani ed, eventualmente, le mascherine per chi ne fosse sprovvisto.

I vicariati della provincia di Como e le associazioni covergeranno in piazza Cavour (ca. 550 posti), i vicariati della provincia di Sondrio in piazza Verdi (ca. 400 posti), i vicariati delle province di Varese e Lecco in piazza Grimoldi (ca. 150 posti).

Nel rispetto delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19, si raccomanda di misurare la febbre prima di uscire di casa e di non presentarsi con temperatura superiore ai 37.5 gradi o con sintomi influenzali, di indossare la mascherina e di rispettare sempre il distanziamento personale.

È preferibile raggiungere Como con largo anticipo, utilizzando per il parcheggio gli autosilo cittadini, anche in combinazione con gli autobus di linea urbana.

Chi ha inteso organizzare pullman per il proprio gruppo deve comunicarlo entro le ore 20.00 di oggi a segreteria.vescovo@diocesidicomo.itper poter informare la Polizia locale.

I sacerdoti concelebranti e i diaconi permanenti giungeranno direttamente in Cattedrale, alla quale accederanno dalla porta principale, avendo con sé camice e stola viola.

Le consacrate, non provviste di pass, e i consacrati non concelebranti potranno accedere a una delle tre piazze messe a disposizione.

I Vescovi si recheranno nella sacrestia dei canonici, da dove prenderà avvio la processione.

Al momento hanno assicurato la propria presenza:

– cardinale Konrad Krajewski, Elemosiniere di Sua Santità papa Francesco;

Vescovi presenti:

monsignor Francesco Beschi – Bergamo

monsignor Daniele Gianotti – Crema

monsignor Maurizio Malvestiti – Lodi

monsignor Dante Lafranconi – emerito di Cremona

monsignor Giuseppe Merisi – emerito di Lodi

monsignor Luca Rimondi – ausiliare di Milano

monsignor Claudio Lurati – vicario apostolico eletto di Alessandria d’Egitto

Le Autorità civili e militari accreditate e i rappresentati delle istituzioni che avranno segnalato la loro presenza (segreteria.vescovo@diocesidicomo.it) saranno accolte alla porta della Cattedrale e accompagnate ai posti loro riservati.

È prevista la distribuzione della Comunione negli spazi esterni alla Cattedrale.

Le offerte raccolte durante la Santa Messa, all’uscita della Cattedrale e delle piazze, saranno destinate alla carità del Papa e ai poveri della diocesi.

TAG ARTICOLO:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti: