Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Ambiente, Attualità

Dramma siccità, Brunate nelle foto del lettore: “Mai viste le montagne con le piante di questo colore, sembra fine ottobre”

Nuove foto si aggiungono a quelle che da settimane documentano il devastante impatto della siccità sul territorio (qui tutti gli approfondimenti). E’ davvero impressionante l’immagine del monte di Brunate inviata alla redazione da un lettore, che scrive: “Buona sera ComoZero, vi invio due foto fatte dal mio balcone. Mai visto in questo periodo le montagne con le piante di questo colore, sembra circa fine ottobre. Sicuramente ora è dovuto alla forte siccità”.

TAG ARTICOLO:

5 Commenti

  1. La paura è che sia un processo irreversibile e che non c’è più tempo per invertire il processo di desertificazione a cui siamo destinati lo scioglimento dei ghiacciai delle montagne e soprattutto quelli dell’Antartide non potranno più contrastare gli anticicloni africani che arriveranno in continuazione portando con sé caldo insopportabile e siccità. Ma la maggior parte della gente non gliene frega niente o non se ne rende conto. …….tanto abbiamo l’aria condizionata……!!!!

  2. Motivo in più per votare chi da DECENNI… AVVISA E AVVERTE CHE VA TOTALMENTE CAMBIATA LA POLITICA… ENERGETICA… E DI… SVILUPPO.
    MA PURTROPPO LA MAGGIORANZA DELLA GENTE CONTINUERÀ A VOTARE CHI PROMETTE LORO LA LUNA…. SENZA SPIEGARE CHI METTE I SOLDI…. PER LA LUNA.

  3. Anche le foreste sopra Moltrasio sono tutte secche, e dalla parte svizzera del Bisbino i boschi si stanno seccando.
    C’è una perdita ecologica importante. Queste foreste ci hanno messo tanti anni in svilupparsi. Passeggiando se vedono tante alberi giovani bruciati, solo i più vecchi con radici più sviluppati per cercare l’acqua rimangono più verdi e non sempre.
    Poi c’è anche un pericolo riguardo incendi, stato fitosanitario, stabilità del pendio..
    Che DOLORE, mai visto una situazione così

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo