Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Esondazione, le barriere tengono. Lungolago ancora chiuso, Negretti: “Il traffico scorre, stop ai treni ok”

E’ ancora alto il livello del lago: questa mattina alle 6 la quota sul livello del mare era 154, poco meno di ieri nel momento massimo (quota esondazione è 120).

La buona notizia, però, è che il deflusso (pari adesso a oltre 623 metri cubi d’acqua al secondo) è maggiore dell’afflusso di acque nel bacino (557). Il che significa che – salvo nuove precipitazioni – la soglia dovrebbe abbassarsi naturalmente nel corso delle ore.

Il girone classico è ancora chiuso al traffico, mentre funziona il gironcino alternativo Lungolario-piazza Cavour-via Fontana-via Cairoli o sbocco su piazza Volta.

Come si nota dalla foto di copertina e qui sotto, notevole l’effetto delle barriere in questa fase: si scorge chiaramente il lago nettamente più alto contenuto sulla destra rispetto alla sede stradale.

Sul posto sin dal primo mattino, l’assessore alla Protezione Civile Elena Negretti (ottimisticamente, senza “stivaloni”).

“Il sistema tiene, il traffico scorre e anche la collaborazione di Trenord sta dando i risultati sperati – ha commentato – Non resta che sperare nel meteo. Era un esperimento, e devo dire che al momento il test è stato superato. Devo ringraziare tutti i volontari che stanno lavorando notte e giorno con le mani nell’acqua”.

Esondazione – Trenord, attenzione: capolinea provvisorio a Borghi una volta l’ora (ed è un bel test per la questione passaggi a livello)

TAG ARTICOLO:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti: