Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Ex Sant’Anna: caro vecchio termometro, chi ti ha rubato? Nostalgia di una lettrice e denuncia

Un vecchio termometro, uno di quelli che una volta venivano regalati dalle ditte ai propri clienti, che un bel giorno scompare dalla parete su cui era da decenni, sulla facciata interna del padiglione d’ingresso del vecchio Ospedale Sant’Anna.

Un oggetto forse di valore solo per qualche appassionato di modernariato ma che molti erano abituati a vedere, e magari anche a consultare, entrando e uscendo dall’ospedale. Tra questi anche una nostra lettrice (lettera firmata) che a fine estate si è accorta della scomparsa di questa presenza familiare e, non vedendolo tornare al suo posto, ci ha scritto per segnalare questo piccolo “giallo” e porre qualche domanda sulla sua sorte: “Chi lo ha preso in cura? Verrà ricollocato al suo posto? È stato forse trasferito altrove? E dove? Io, e forse con me anche altri, lo ritenevo parte di un paesaggio speciale, consolidato e sempre uguale nel tempo. Penso che andasse segnalata, come altrove viene puntualmente fatto, la rimozione di un bene che magari non era pubblico ma che certamente aveva assunto nel tempo un valore collettivo”.

Abbiamo girato la domanda alla ASST Lariana, da cui dipende l’Ospedale e dopo, una rapida ricerca, è emersa una verità non del tutto inaspettata: il vecchio termometro, nonostante le dimensioni considerevoli e la posizione a una discreta altezza, è stato rubato tra il 17 e il 18 settembre. L’Azienda ha presentato denuncia subito dopo ma, ovviamente, sono ben poche le speranze di ritrovarlo.

“Evidentemente – commenta sconsolata la nostra lettrice che preferisce rimanere anonima – qualcuno oltre a me l’ha trovato bello ma invece di limitarsi a fotografarlo, come ho fatto io, ha pensato bene di portarselo a casa”.
Il furto di un pezzetto di memoria della città più che di un oggetto, verrebbe da dire. Peccato.

TAG ARTICOLO:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti: