Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

I cannibali B&B, giochi proibiti al Popolo, ritorna l’Arnold’s. Esce ComoZero Settimanale

Puntuale come la gioia dell’imminente weekend, ecco la gioia più grande: è iniziata la distribuzione del vostro giornalétto predilétto. Il fratello di carta di questo sito. Ora, cercate bene:

COMOZERO SETTIMANALE E DOVE TROVARLO: LA MAPPA DEI TOTEM

Apriamo con un mega approfondimento sul fenomeno più caldo della new-economy cittadina, quell’esplosione turistica che ha portato all’apertura di oltre 800 strutture non alberghiere (dalle case vacanza ai B&B).

La prima grande novità (particolarmente affermata da quest’anno) riguarda i quartieri periferici. Le strutture ricettive non nascono più, o solo, in Centro Storico. Camerlata, Muggiò e Rebbio, per fare alcuni esempi, hanno visto fiorire nuovissime attività.

Se il nuovo petrolio è (e sarà a lungo) il turismo bisogna però frenare gli entusiasmi facili quando non dilettanteschi. Il sistema sta cambiando piuttosto in fretta e piuttosto radicalmente. La bolla non è prossima a esplodere ma tenderà presto a un ridimensionamento. Perché? Perché le strutture ricettive di fascia media o mediobassa (numericamente prevalenti) sono costrette a darsi battaglia a suon di ribassi.

Come?

Lo spieghiamo sul giornale con analisi e testimonianze.

Ultimo ma non ultimo, il fenomeno del sommerso. Come noto, il Comune ha dichiarato guerra alle strutture non dichiarate.

A seguire una nuova puntata del nostro viaggio alla scoperta (triste e incomprensibile) degli edifici scolastici abbandonati. E’ la volta di Trecallo.

Ricordate il meraviglioso progetto di Kiwanis e Lions host? Parliamo dei giochi inclusivi per bambini disabili. Era previsto nello spazio verde di Piazza del Popolo. Al momento è tutto fermo e comunque, nel caso, sarà realizzato in viale Varese.

Ora una di quelle chicche che aprono il cuore (soprattutto ai 40-50enni). Riapre (con insegna e menù originali) il mitologico Arnold’s di via Borgovico: spazio alla musica dal vivo e agli eventi.

Poi, un’incredibile (ma davvero) storia. Quella di padre Teotimo, colonna della parrocchia di San Giuseppe a Como, che in gioventù ha sfidato regimi e dittature per celebrare messa. Miracolosamente salvato dai servizi segreti.

Tra territorio e racconto e vite, ovviamente esaltiamo il nostro Maestro, Giuseppe Guin, con le sue storie di Lago. E’ il turno del barcaiolo dell’Isola Comacina. Personaggio meraviglioso, l’Angiulìn.

Quindi ancora territorio e sport, da scoprire.

E arriva la Cultura, dopo il clamoroso successo lo scorso fine settimana di Bellezze Interiori abbiamo parlato con Claudia Faverio, una degli organizzatori. Che già guarda al 2020. Con pieno diritto.

Seguono mostre, mille eventi, convegni e, ovviamente, l’enigmistica.

Buona lettura!

COMOZERO SETTIMANALE E DOVE TROVARLO: LA MAPPA DEI TOTEM

 

TAG ARTICOLO:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo