Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità, Cultura e Spettacolo

Il patrimonio di Como si apre al mondo con il tour virtuale: “Tra Paradiso e Inferno. Un viaggio dantesco nelle collezioni dei Musei Civici di Como”

Il Museo Archeologico Paolo Giovio e il Museo Storico Giuseppe Garibaldi aprono virtualmente al pubblico con il progetto multimediale “Tra Paradiso e Inferno. Un viaggio dantesco nelle collezioni dei Musei Civici di Como”, in omaggio a Dante Alighieri, curato da Gianmarco Cossandi e Clelia Orsenigo, conservatori dei Musei Civici di Como, con il coordinamento scientifico di Veronica Vittani e realizzato da Carraro Lab.

Un viaggio immersivo che accompagna il visitatore nelle diverse sale dei Musei attraverso un percorso originale che mette in parallelo l’immaginario dantesco e i contenuti delle varie sezioni, dalle sepolture alle armi, dalle miniature ai cammei, dalle lapidi agli affreschi: un’antica versione dell’Eneide è abbinata al Poeta nel limbo dantesco, una figura di un vaso greco ci introduce nel bosco delle arpie, una spada primitiva evoca quella di un angelo del purgatorio, il filo spinato dei lager ci porta nelle Malebolge e così via.

Un’esperienza per il pubblico alla scoperta di sorprendenti connessioni tra le collezioni dei Musei e i versi universali del sommo Poeta, indagando il rapporto fra l’uomo e l’aldilà, tra paradiso e inferno. Un progetto che rappresenta uno sviluppo di ciò che ogni Museo è chiamato a fare: raccontare le storie di culture antiche interpretando, talvolta grazie all’immaginazione, i propri oggetti, rianimando personaggi ed evocando avvenimenti di Como e del suo territorio.

“Questo innovativo progetto – commenta l’assessore alla Cultura Livia Cioffi – ci consente di portare avanti quattro azioni molto importanti contemplate nel Piano di sviluppo dei Musei: entrare virtualmente a godere della bellezza delle sale dei nostri musei chiusi per interventi di adeguamento, valorizzare le collezioni sia archeologiche e sia storiche legate da un fil rouge tematico, donare al pubblico una chiave di lettura nuova del percorso museale e dare degno tributo alla figura del sommo Poeta”.

La visita virtuale è gratuita e già fruibile: a questo link.

TAG ARTICOLO:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo