Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità, Economia

Il Sole 24 Ore: “Como capitale italiana della resilienza. Dal 2019 turisti cresciuti del 51%. Triplicati gli italiani, stranieri +22.9%”

Con 1.148.096 presenze nel 2021 rispetto alle 757.901 del 2019 Como guida la classifica italiana delle presenze turistiche. Lo rivela oggi Il Sole 24 Ore che definisce la provincia lariana capitale della resilienza (e antifragile) con una crescita del 51.5%. Insomma quello che qualsiasi comasco dall’anno scorso percepisce, cioè un flusso senza precedenti di turisti tra città e territorio, oggi è certificato nero su bianco dal quotidiano economico.

“Un’inattesa performance turistica della citta lombarda nei due anni di pandemia che la accomuna a altri 24 comuni italiani diverissimi tra loro per dimensioni e area geografica ma assimilabili per alcuni tratti riportati nel primo ranking delle destinazioni turistiche italiane, realizzato da Sociometrica”, si legge sul Sole. Como dunque al primo posto, seguono poi Padenghe sul Garda, Fermo, Castagneto Carducci e Manciano, per segnalare le prime cinque posizioni.  Da notare come mete top siano (da evidenziare che comunque si parla di una classifica positiva) più indietro: Favignana 11mo posto, Gallipoli 14mo, Vieste 16mo.

“Alcune località – si legge ancora sul quotidiano – hanno saputo non solo resistere alla crisi ma addirittura trarne vantaggio. Si sono rivelate antifragili. Tra queste svetta Como che ha registrato lo scorso anno 1.1 milioni di presenze turistiche, il 51% in più rispetto al 2019 e non solo ha quasi triplicato la quota di turisti italiani ma ha inoltre aumentato (del 22.9%) anche il numero di arrivi dall’estero”.

Quindi interviene Antonio Preiti docente di Destination Management dell’Università di Firenze e direttore di Sociometrica che, appunto, ha redatto l’analisi: “Nel caso di Como intervengono anche fattori legati al suo brand che negli ultimi anni è cresciuto enormemente grazie anche alla presenza di molte celebrity. La città riassume tuttavia in sé tutti gli elementi che, insieme o separatamente, osserviamo in tutti i comuni che si sono rivelati antifragili rispetto alla pandemia o quantomeno robusti”.

 

TAG ARTICOLO:

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo