Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Infopoint nascosto ed emorragico: il Comune lo mette nero su bianco. Cerotti da 2.900 euro

Con grande sincerità, l’assessore alla Cultura di Palazzo Cernezzi, Carola Gentilini, parlando del “nuovo” infopoit traslocato dal Broletto a via Albertolli, era stata esplicita: “Non so perché sia stato deciso il trasferimento. Certo il Broletto registrava un numero maggiore di contatti, è centrale. La nuova sede è penalizzata dalla posizione” (qui l’intervista integrale). E sulla scorta di questa valutazione, aveva poi annunciato l’arrivo di una nuova segnaletica per favorirne l’individuazione da parte di comaschi e turisti.

Ora, dunque, qualcosina si muove concretamente.

Con una spesa di 2.990 euro, infatti, l’amministrazione ammette anche formalmente nero su bianco che il nuovo ufficio turistico non si vede facilmente.

“Preso atto della necessità di rendere maggiormente visibile l’ubicazione dell’infopoint – si legge infatti nel documento ufficiale – si è ritenuto di provvedere alla realizzazione dei seguenti allestimenti per renderlo maggiormente visibile ai passanti”.

Non molto, nella pratica, ma qualcosa. Ovvero “una bandiera in alluminio personalizzata per uso esterno/interno; 4 adesivi da pavimenti – 1 metro di diametro; un rivestimento in vinile 150×100 da collocarsi su struttura in ferro già esistente; 3 pannelli con stampa 240×700 da collocarsi su supporto/totem già esistente”.

Chissà se basterà per arginare il crollo di accessi post-trasferimento (qui tutti i dati).

TAG ARTICOLO:

10 Commenti

  1. ” Mi vien che ridere…. ”
    U.C.A.S. Ufficio Complicazioni Affari Semplici
    Nessun commento perchè non ho tempo da perdere .

  2. Non si potrebbe ammettere l’errore e tornare al posto precedente?
    L’assessore di allora ha anche lasciato, quindi nessun rammarico.

  3. Riposizionare l’infopoint sotto al Broletto sarebbe sicuramente una azione di buon senso ne gioverebbe tutta la città, quando un turista straniero ti chiede dove si trova, diventa difficile spiegarlo, figuriamoci poi per loro a trovarlo.

  4. Per fare risultare il crollo degli accessi all’infopoint è stato confrontato il gennaio 2019 col gennaio 2018: bel trucco!
    Nel gennaio 2018, quando l’infopoint era al Broletto, c’era in corso una mostra importante; nel gennaio 2019, quando l’infopoint era da poco al posto attuale, c’era l’afflusso tipico di un normale gennaio.
    Durante questa ultima estate (2019) l’afflusso è stato enorme e comunque superiore a quello dell’estate 2018, con punte di 60 accessi l’ora.
    L’apparenza si sposta, quindi, con questi dati numerici ribaltati.
    Significa che l’attuale sede dell’infopoint non è proprio così introvabile come paventato; e che 2990 euro di spese per la segnaletica hanno l’aspetto di uno spreco manovrato e voluto per motivi ancora da scoprire.

  5. Umiltà….zero , solo arroganza con i nostri soldi ?; le Persone ricordino nell’urna ( e speriamo che quanto prima se ne vadano ) che sono amministratori inaffidabili !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti: