Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

La Nostra Famiglia, è protesta: “No al nuovo contratto, attacco alla dignità di chi lavora”

Questa mattina si è tenuto il presidio dei lavoratori de La Nostra Famiglia annunciato ieri da Fp Cgil.

Obiettivo del presidio, tenutosi davanti alla sede di via del Dos, è stato protestare contro il cambio di contratto, deciso dai vertici dell’associazione lo scorso gennaio.

L’iniziativa di oggi serve poi a sostenere le sigle sindacali nazionali (Fp Cgil – Cisl Fp – Uil Fp) impegnate oggi a Roma in un tavolo con il Governo per prevenire la modifica unilaterale del contratto in tante strutture su tutto il territorio nazionale, inclusa la Nostra Famiglia.

“Chiediamo all’associazione La Nostra Famiglia di non cambiare il contratto dei lavoratori e di tornare al contratto della sanità privata che è l’unico contratto che ad oggi valorizza e riconosce le professioni presenti all’interno delle strutture dell’associazione – ha spiegato Giuseppe Callisto di Fp Cgil – applicando il nuovo contratto i lavoratori sarebbero penalizzati sotto il profilo economico. Vedrebbero aumentato il monte ore da 36 a 38 a parità di stipendio”. Presente anche Alessandra Ghirotti, segretaria Fp Cgil Como.

La Nostra Famiglia, presidio contro i nuovi contratti. Cgil: “Mobilitazione continua”

Angelo Goffredi di Cisl Fp ha poi sottolineato come il cambio di contratto svilisca il ruolo svolto dal personale dell’associazione: “Si tratta di persone con un compito delicatissimo, ad altissima formazione, che spesso si occupano di bambini”.

Come spiegato da alcuni dipendenti dell’associazione, inoltre, il cambio del contratto risulterebbe in un taglio delle risorse destinate alla formazione professionale continua dei lavoratori. Il personale della struttura ha poi diffuso un comunicato stampa, che riportiamo di seguito:

Sindacati-La Nostra Famiglia, vertice a Roma e spiraglio. “Cda speciale il 17 febbraio”

TAG ARTICOLO:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti: