Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Indiscrezioni media: “La Svizzera pronta a chiudere le frontiere con l’Italia”

Aggiornamento 13 marzo 2020

Frontiere, nuovi limiti: da oggi solo i frontalieri possono andare in Svizzera

Blick, quotidiano svizzero di lingua tedesca – il secondo più venduto in Svizzera, dopo il giornale gratuito di 20 Minuti – anticipa secondo proprie fonti una notizia che potrebbe essere una bomba: la chiusura delle frontiere tra Italia e Svizzera.

QUI TROVATE L’EDIZIONE ONLINE DI BLICK CHE RIPORTA L’INDISCREZIONE

L’anticipazione – del tutto ufficiosa, va ribadito più volte – è già stata rilanciata da alcuni media ticinesi.

Qui sotto vedete la homepage con la notizia del giornale svizzero.

Sempre secondo Blick il ministro della giustizia Karin Keller-Sutter, a capo del Dipartimento federale di giustizia e polizia, starebbe già lavorando a un’ordinanza di emergenza che consentirebbe di chiudere la frontiera. Come, in che tempi, se con permessi speciali o meno per i lavoratori frontalieri è ancora tutto da verificare.

Il provvedimento, la cui discussione sarebbe ipotizzata già per domani venerdì 13 marzo, dovrebbe emanare dal Consiglio Federale (che però dovrà trovare un accordo in merito tra i componenti e non pare che tutte le posizione siano convergenti, anzi). La prospettiva sarebbe dunque la chiusura anche dei valichi principali tra Svizzera e Italia, dopo i nove minori già chiusi.

CORONAVIRUS: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI DA COMO, LOMBARDIA E TICINO

TAG ARTICOLO:

4 Commenti

  1. Ritengo che sia corretto da entrambe le parti agire in modo corretto senza chiedere se non per casi particolari, vuoi sanità e tutto ciò che rientra nell assistenza del malato, permettere ad ognuno di uscire da quest’ incubo correttamente stando a casa.
    Però per chi come me e molti altri avere un riscontro su base di introito e se anche non al 100% giustamente però un introito che possa aiutare coloro che vivono del loro stipendio….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo