Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Dagli idrovolanti alla funicolare, dal Tempio Voltiano a Bellagio e Menaggio: Lago di Como su Rai 2

Como e il suo lago saranno di nuovo protagonisti in tv sabato 27 marzo alle ore 16,30 nella puntata di Stop and go, su Rai 2, dedicata alla mobilità sostenibile.

Il viaggio dei conduttori, Marco Mazzocchi e Laura Forgia, inizierà dal lungolago di Como, di fronte al Tempio Voltiano, raccontando la città e il primo bacino a partire da Alessandro Volta e dal tema della luce, ma anche la sede dell’unico idroscalo certificato operante in Italia e la partenza della Cento Miglia del Lario. Nel corso dell’episodio si passeranno in rassegna alcuni mezzi di trasporto tipici di Como: gli idrovolanti, la funicolare per Brunate, i battelli e gli aliscafi.

Laura Forgia, dopo aver guidato una Schwimmwagen, un mezzo anfibio della seconda guerra mondiale, ripercorrerà a bordo di un’auto elettrica le orme dei viaggiatori del Grand Tour lungo la sponda occidentale del lago, attraverso località conosciute in tutto il mondo per i panorami mozzafiato e le ville storiche con parchi lussureggianti: Laglio, Cadenabbia e Menaggio.

Marco Mazzocchi invece si metterà alla prova con una simulazione di gara nautica al fianco del noto pilota Tullio Abate Jr, e a bordo di un idrovolante visiterà la sponda orientale del lago fino a Lezzeno, dove incontrerà Erio Matteri, un maestro d’ascia che restaura barche in legno d’epoca. L’ultima tappa del viaggio sarà Bellagio, che Marco Mazzocchi raggiungerà a bordo di un motoscafo Riva d’epoca e Laura Forgia a bordo di un traghetto panoramico.

“Siamo orgogliosi che la RAI TV abbia scelto come location delle riprese Lago di Como che offre agli appassionati viaggiatori percorsi e angoli tutti da scoprire – commenta Giuseppe Rasella, componente di Giunta della Camera di Commercio di Como-Lecco – La cabina di regia sovra provinciale per il Turismo e la Cultura, coordinata dalla Camera di Commercio di Como-Lecco, sta già lavorando attivamente per mettere in campo azioni di promozione del territorio lariano e delle sue imprese turistiche e la presenza della troupe televisiva ne è una conferma”.

“Il 2021 sarà ancora un anno impegnativo ma siamo fiduciosi che, unendo le risorse umane ed economiche di tutti i partner, contribuiremo a mantenere alto l’interesse per la destinazione Lago di Como, sia sul mercato nazionale che estero. Pensiamo con ottimismo e l’interesse che riceviamo da parte di giornalisti e troupe televisive italiane e straniere conferma l’attrattività del nostro territorio – conclude Rasella – Sarà compito nostro e di tutto il sistema che orbita nel mondo dell’accoglienza e dell’offerta turistica fare in modo che queste aspettative siano adeguatamente assecondate”.

“Anche in questa occasione – commenta l’assessore al Turismo e al Marketing territoriale del Comune di Como Livia Cioffi (foto sopra) – abbiamo avuto modo di confermare come la nostra città e tutto il territorio del lago rimangano una location particolarmente apprezzata anche dalle produzioni televisive. Abbiamo sperimentato tutti, in qualche grado, le profonde difficoltà che ha portato la pandemia in tutti i settori. Il turismo è certamente tra quelli che ne stanno facendo le spese più alte, e con questa consapevolezza, insieme alla Camera di Commercio e a tutti i componenti della cabina di regia per il Turismo e la cultura, stiamo lavorando per sostenere il rilancio del territorio nell’ottica di una reale ed efficace cooperazione con le realtà economiche comasche”.

TAG ARTICOLO:

3 Commenti

  1. Tutto molto bello, peccato che le strade siano un disastro e i bordi pieni di spazzatura, vedi la Como Brunate Civiglio, inoltre sulla Como Brunate si assiste da molte settimane a un fantozziano traffico sostitutivo della funicolare che crea non pochi fastidi, la strada in molti punti si restringe e basterebbe allargarla rinunciando a qualche pezzo di prato, specie nei tornanti, visto che si vuol promuovere la zona, sono certo che le discariche pubblicate su questo giornale presenti sulla Como Garzola Civiglio non saranno trasmesse, avanti cosi’…….

  2. As a photographer-artist, I am mesmerized every time I go to Lake Como. I was blessed to have two exhibitions organized by Tablinum Cultural Management at Villa Carlotta: Aenigma and Love in Lake Como. It was an amazing experience that I hope I can experience again when I can travel from Canada to Italy.
    Marlene Luce Tremblay

  3. Finiremo invasi, sommersi, inondati, sepolti ma soprattutto TRAVOLTI dal turismo di massa che per le capacità logistiche e ambientali del territorio sono insostenibili.
    Ben venga la visibilità ma compatibile con la SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE.
    A Como città prima della Pandemia si era in presenza di una INVASIONE O meglio INONDAZIONE di migliaia di TURISTI o meglio SELFISTI che, dato il loro numero e la conformazione geografica delle strade e vie cittadine, avevano come unico effetto la PARALISI della circolazione e più di tutto la PARALISI della VIVIBILITÀ DEI LUOGHI.
    PREVEDO CHE TRA NON MOLTO ASSUMEREMO ANCHE NOI, COME IN GIAPPONE, ADDETTI ALLO INSCATOLAMENTO DEI TURISTI NEI VICOLI E LUNGO IL LUNGOLAGO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo