Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità, Sanità

Lombardia, vaccino 12-29enni, adesione al 40%. Moratti: “Importante anche per i genitori, no dad per i figli coperti”

La campagna vaccinale lombarda rivolta ai giovani 12/29enni, a oggi ha registrato un’adesione del 40%.

“Una percentuale alta – dice la vicepresidente e assessore al Welfare, Letizia Moratti – che mostra quanto i giovani abbiano capito l’importanza del vaccinarsi per se stessi e per gli altri. Consente a loro infatti di muoversi più liberamente e anche nelle relazioni sociali. Per la collettività perché permetterà di riprendere in sicurezza la frequenza nelle scuole, quando si parlerà di ritorno, e le relazioni familiari. Penso in particolare a quelle con i nonni”.

“Questo sarà importante – ha aggiunto Moratti – anche per i genitori. Perché quelli che lavorano potranno sapere che i loro figli vaccinati, che hanno tra i 12 e i 18 anni, sono a scuola in presenza e quindi non in Dad. Quindi anche per i genitori sarà più facile conciliare vita lavorativa e quella di famiglia”.

‘Un’adesione importante  – ha concluso – che ci auguriamo cresca ancora visto che le prenotazioni sono scattate solo da pochi giorni. Il dato attuale ci fa davvero ben sperare, per arrivare ad autunno più sereno che ci porti a una vita ‘più normale’. Perché il tema sanitario è importante, ma è importante anche riprendere la vita sociale e lavorativa nel modo più normale possibile”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo