Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Maxiciclabile, il Comune dovrà mettere quasi 3 milioni. Gervasoni: “Ma vogliamo realizzarla”

“E’ nostra intenzione realizzare la pista ciclabile e non perdere il contributo regionale. Ma oggi, però, quei fondi costituiscono soltanto il 30% del totale e non più il 55% come era ai tempi della giunta Lucini”.

L’assessore ai Lavori pubblici del Comune di Como, Pierangelo Gervasoni, ha fatto il punto ai consiglieri sul destino dei 5 lotti della Dorsale dei Pellegrini. E ha ribadito anche l’esponenziale aumento dei costi rispetto alla previsioni originarie. Nello stesso tempo, però, l’esponente della giunta Landriscina ha confermato che “gli uffici hanno lavorato anche tutta la vigilia di Natale sul progetto perché dobbiamo mandare tutta la documentazione in Regione entro fine anno”. Si tratta del passaggio chiave non soltanto per mandare avanti l’iter dell’opera ma anche per non perdere il milione e 300mila euro garantito da Palazzo Lombardia e già minacciato di revoca.

Dopo i 380mila euro per i giardini, Regione pronta a revocare 1,3 milioni per le ciclabili. Svolta Civica e Pd: “Giunta scandalosa”

“Purtroppo – ha però rimarcato Gervasoni – abbiamo dovuto sforare il budget complessivo previsto dalla giunta Lucini di 2,5 milioni e oggi siamo arrivati a un totale di 4,2 milioni a causa di aggiornamento prezzi, lavori prima non previsti, cambiamenti e modifiche. Dunque ora il contributo regionale di 1,3 milioni pesa soltanto per il 30% e non più per il 55%”.

In soldoni, a queste condizioni Palazzo Cernezzi dovrebbe finanziare con fondi propri la maxiciclabile con quasi 3 milioni di euro.

“Ma noi vogliamo realizzare la ciclabile, stiamo facendo tutte le verifiche dei costi e manderemo la Regione tutta la documentazione entro fine anno”, ha concluso Gervasoni che pure ha ribadito di non gradire affatto il tratto Hangar-Cernobbio per il passaggio da Villa Olmo e per il successi utilizzo del marciapiede fino a Tavernola. Resta poi aperto il tema caldo del transito di un tratto davanti al Mercato Coperto, con eliminazione di alcuni posti auto contro cui si sono sollevate durissime critiche degli operatori e di Confesercenti nei mesi scorsi.

Un commento

  1. Bravo Gervasoni, non teniamo i soldi nel cassetto. Le piste ciclabili sono l’unico sistema per togliere il traffico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab