RADIO COMOZERO

Ascolta la radio
con un click!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Attualità

Monopattini elettrici (e simili), oltre 1.300 incidenti in Lombardia, 26 a Como. De Corato: “Casco e patentino per tutti”

“A Milano, dal giugno 2020 ad oggi, sono stati più di 1.000 gli incidenti che hanno coinvolto dei monopattini, richiedendo l’intervento di AREU. In particolare, in Corso Buenos Aires e Corso Venezia, da quando sono state realizzate le piste ciclabili, gli incidenti sono passati da 28 del 2017 a 182 del 2021, con un aumento secco del 650%”.

Lo ha detto l’assessore regionale alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale, Riccardo De Corato, nel corso dell’iniziativa ‘Monopattini e dintorni, sicurezza, rischi, norme’ organizzata da Regione Lombardia e Polis che si è tenuta all’auditorium ‘Testori’ di Palazzo Lombardia.

All’appuntamento inoltre sono intervenuti, tra gli altri, la vicepresidente e assessore al Welfare, Letizia Moratti, il D.G. di Areu Lombardia, Alberto Zoli, Pietro Randelli, Direttore Comitato Tecnico Scientifico dell’Ospedale Gaetano Pini di Milano e Marco Cenzato Direttore di Neurochirurgia dell’Ospedale Niguarda di Milano.

L’ASSESSORE DE CORATO

“Le amministrazioni locali – ha detto l’assessore regionale alla Sicurezza – hanno investito molto sulle forme di mobilità alternative e sostenibili, realizzando numerose piste ciclabili ed autorizzando la circolazione dei monopattini elettrici. La fretta, però, creato in molti casi più problemi che soluzioni”.

LA PROPOSTA DI LEGGE AL PARLAMENTO DI REGIONE LOMBARDIA

“Per cercare di regolamentarne l’uso ed incrementare la sicurezza nell’utilizzo, il Consiglio regionale della Lombardia l’8 febbraio scorso ha approvato a maggioranza una proposta di legge al Parlamento volta a modificare l’attuale normativa sui monopattini elettrici. Con tale proposta si vuole introdurre, oltre all’obbligo di copertura assicurativa per tutti gli utilizzatori, anche la frequenza di un corso di abilitazione per i conducenti minorenni, l’obbligatorietà del casco e, infine, il marchio CE per ogni monopattino circolante. Garantire la sicurezza di tutti gli utenti della strada è da sempre la priorità dell’operato di Regione Lombardia. Troppo spesso, gli utilizzatori di monopattini non rispettano le regole: imboccano sensi unici contro mano, non rispettano i limiti di velocità né i semafori e viaggiano sui marciapiedi”.

VICEPRESIDENTE MORATTI: “EDUCARE E SENSIBILIZZARE”

“Sebbene in questi due anni – ha detto la vicepresidente della Regione – la nostra attenzione si è concentrata sulla pandemia e sul tema vaccinazioni, è fondamentale per una Regione come la nostra riuscire a intercettare tutte le dinamiche, a 360 gradi della quotidianità. Ma quotidianità significa anche affrontare temi del rischio e della sicurezza. Tra questi, il tema monopattini, è senz’altro attuale. Ritengo infatti che la strada da percorrere sia legata all’educazione, alla sensibilizzazione di comportamenti corretti, rispetto delle regole. Come assessorato al Welfare sono a disposizione fin da adesso a condividere eventuali progetti di sensibilizzazione che vedano magari la collaborazione oltre che dell’assessorato alla Sicurezza anche dei colleghi di Mobilità, Ambiente e Istruzione”.

DATI PINI INTERVENTO PIETRO RANDELLI

Il Direttore Comitato Tecnico Scientifico dell’ASST Centro Specialistico Traumatologico Ortopedico Gaetano Pini, Pietro Randelli, ha sottolineato che al Pronto Soccorso del ‘Pini’ da maggio a novembre 2021, ci sono stati 28.169 accessi, tra questi 1.995 (6,9%) per traumi da mezzo (biciclette, moto, scooter e monopattini). Dei 1995, il 7,5% (144) sono stati ricoverati per sottoporsi a intervento.

Ed ancora, nello stesso periodo, dei 1.995 traumi da mezzo a 2 ruote, 280 (14.3%) pazienti erano in monopattino, in bicicletta 1.105 pazienti (56,5%) e in moto o scooter 570 pazienti (29,2%).
Più nel dettaglio, dei 280 traumi da monopattino, 129 i fratturati (46%) e ricoverati per intervento 28 (10%)

DATI NIGUARDA INTERVENTO MARCO CENZATO

Sui traumatismi da monopattino elettrico, l’esperienza dell’Ospedale Niguarda di Milano nei dati forniti dal Direttore di Neurochirurgia Marco Cenzato. Dal luglio 2020 a novembre 2021 sono stati 37 gli accessi al Pronto Soccorso dell’Ospedale Niguarda per incidente da monopattino elettrico. Di questi 14 pazienti con trauma cranico, 7 pazienti con trauma toracico, 3 pazienti con trauma addominale e 13 pazienti con trauma scheletrico. Dei 37 pazienti, 2 indossavano il casco, 35 non lo indossavamo. Dei 14 con trauma cranico, 8 traumi cranici minori hanno fatto del TC cranio, 1 paziente (minorenne) è deceduto all’arrivo in Pronto Soccorso, 5 pazienti in coma all’ingresso in ospedale.

Dei 5 in coma all’ingresso, il giorno della dimissione 2 sono tornati a casa con appuntamenti di controllo TC cranio di follow up, gli altri 3 pazienti presentavano deficit neurologici e cognitivi per cui sono stati inviati verso un percorso di riabilitazione.

DATI AREU INTERVENTO ALBERTO ZOLI

Nel 2021 in Lombardia ci sono stati 1347 incidenti, 931 (69%) in provincia di Milano. A Milano città, sempre nel 2021 ci sono stati 685 incidenti. A seguire, tra i comuni del milanese con più sinistri, 21 a Sesto San Giovanni, 19 a Cinisello Balsamo e 13 a Cologno Monzese.

QUI IL DETTAGLIO PER PROVINCIA (DOCUMENTO SFOGLIABILE CON LA BARRA DI NAVIGAZIONE IN FONDO)

dati-incidenti-monopattini-elettrici
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo