RADIO COMOZERO

Ascolta la radio
con un click!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Attualità

No feste in piazze e discoteche il 31. Il ministero: “Massimi controlli”, soprattutto nei locali della movida

Così dopo il decreto legge di Natale ecco la circolare del Ministero dell’Interno alle Prefetture in vista di Capodanno e non solo. Si parla, ovviamente, di feste e festeggiamenti. Con ordine (in fondo il documento integrale).

FESTEGGIAMENTI

Si legge: “Dal 25 dicembre e fino al prossimo 31 gennaio 2022, sono vietati le feste, comunque denominate, gli eventi a queste assimilati e i concerti che implichino assembramenti in spazi aperti. Nel medesimo periodo, sono sospese le attività che si svolgono in sale da ballo, discoteche e locali assimilati”.

Pertanto: “Si richiamano le indicazioni già fornite in materia di controlli sull’osservanza delle disposizioni finalizzate al contenimento dell’epidemia, sottolineando, in particolare, l’esigenza di una accurata pianificazione dei servizi in concomitanza con il Capodanno”. Peraltro “si rammenta come, le tradizionali feste organizzate negli spazi pubblici all’aperto nella serata del 31 dicembre, già oggetto in alcuni contesti urbani di specifiche ordinanze sindacali di divieto, risultino ora generalmente vietate laddove implichino il rischio di assembramenti”.

Infine: “L’esigenza di una mirata intensificazione dei dispositivi di controllo viene in rilievo anche nelle successive giornate prefestive e festive che presumibilmente saranno connotate da un’intensa mobilità urbana, specie nelle zone centrali e in quelle comunque contraddistinte da una maggiore concentrazione di locali ed esercizi aperti al pubblico“.

Nessun limite ovviamente per le cene in a casa.

IL DOCUMENTO (BARRA DI NAVIGAZIONE, ZOOM E SFOGLIA, IN FONDO)

d_l_24_dicembre_2021_n_221_circolare

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo