Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Le immagini dei nuovi giardini a lago: maxi-pensilina, chioschi, giochi e museo all’aperto. Addio fontanone

Finalmente si svela il progetto definitivo dei nuovi giardini a lago, in attesa dell’esecutivo. ComoZero può sinteticamente anticipare le immagini e i punti essenziali degli elaborati messi a punto dai professionisti incaricati dal Comune. Qui sotto, la panoramica ricostruita dall’alto.

Di seguito gli elementi fondamentali:

  • Sistemazione dei percorsi principali del parco, trattati con materiali e solette armate per consentirne la carrabilità, con l’asse che collega viale Puecher con l’area dell’acquedotto pensato libero da qualsiasi tipo di arredo o elemento che possa intralciare le operazioni di manutenzione delle pompe dell’acquedotto. Prevista la realizzazione di una pavimentazione in bitume trasparente.
  • La realizzazione di un’area skate collocata all’interno del percorso ad “Anello” ex pista di pattinaggio.
  • Rettifica delle dimensioni e della struttura della Battery (la grande pensilina nell’immagine, ndr), dei moduli sottostanti e riqualificazione delle facciate della cabina ENEL.
  • Sistemazione spazio pubblico della Battery con due chioschi, biblioteca con hotspot, exhibition romm, bagni e – all’esterno – fontana con augelli e vaporizzatori.
  • Riqualificazione dell’area giochi per bambini, con il recupero dei giochi Parisi e l’inserimento di nuovi arredi ludico ricreativi.
  • Ricollocazione dei vari reperti sparsi nel giardino (incluso il Mascherone) nell’area posta tra il viale Marconi e l’asse della Battery creando così un Museo all’aperto;
  • Demolizione del “Fontanone”, chiosco Marconi, edificio Minigolf e chiosco macchinine.
  • Rifacimento infrastruttura elettrica. Demolizione dei corpi illuminanti presenti e installazione di nuovi corpi eccetto quelli presenti lungo viale Marconi.
  • Sistema di videosorveglianza.
  • Rigenerazione superficiale e vegetale delle aree a prato e dotazione di impianto di irrigazione. Abbattimento di alberature e siepi ed inserimento di nuove essenze.

Sul fronte delle opere impiantistiche:

  • Rifacimento dell’impianto di pubblica illuminazione, comprensivo di pulizia generale delle reti esistenti non più necessarie, sostituzione dei corpi illuminanti con nuovi corpi di arredo urbano e fornitura e posa di nuovi quadri elettrici di comando;
  • Realizzazione dei servizi impiantistici a supporto della Battery (impianto di climatizzazione ed impianto idrico sanitario);
  • Realizzazione dell’impianto di videosorveglianza;
  • Realizzazione di nuovi punti acqua a supporto dell’impianto di irrigazione esistente, con eventuali ripristini localizzati;

A redigere il lavoro sono stati lo STUDIO TECNICO ARTUSO ARCHITETTI ASSOCIATI di Bologna, APS SRL SPINOFF UNIRC (Reggio Calabria), studio di ingegneria LA MERCURIO SRL (San Fermo della Battaglia), architetto PIER PAOLO BALBO DI VINADIO (Monterosi, Viterbo), agronomo GIORGETTI (Cazzago Brabbia,Varese), architetto GIUSEPPE SOTTILOTTA (Reggio Calabria).

TAG ARTICOLO:

8 Commenti

  1. … certo che la pensilina del progetto iniziale era proprio un’altra cosa… questa si direbbe … “al risparmio”

  2. Battery ….. Facile prevedere che diventerà il luogo preferito dagli spacciatori che già prosperano nella zona.
    Il “buon senso” questo sconosciuto.

  3. Ma sempre proclami! Ma non era stato annunciato qualche anno fa dopo una mostra di vari progetti?!? Mah vedremo

  4. Scusate, ma c’è qualcosa che verrà inaugurato domani, o domani l’altro, oltre a tutto questo pò pò senza dubbio di fantastici annunci, ma tutti, ahimé, rigorosamente databili, come realizzazione, a dopo, ed anche a molto dopo, il prossimo turno elettorale?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo