Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Plinio veste Nuna Lie: una nuova catena d’abbigliamento nelle vetrine dell’ex Bagatt

Bagatt addio, benvenuto Nuna Lie. E’ di pochi giorni fa la notizia che lo storico negozio di scarpe sotto i portici Plinio ha chiuso i battenti dopo decenni a Como.

La domanda è sorta spontanea: le vetrine rimarranno vuote oppure un nuovo negozio arriverà in una delle zone più ambite della città?
Corretta la seconda opzione. Da qualche giorno infatti le vetrine sono state oscurate e c’è un gran via vai di operai e scatoloni.

 

Affissa alla porta d’ingresso anche la comunicazione ufficiale di inizio lavori di ristrutturazione per dare nuova vita al negozio. Ma chi arriverà sotto in portici tra piazza Duomo e piazza Cavour?

FOTO Como, chiude il negozio, cambia il paesaggio: via la storica insegna di Seveso

La risposta è la catena di abbigliamento femminile Nuna Lie, finora assente sul territorio comasco. Uno dei punti vendita più vicini è infatti a “Il Centro” di Arese, in provincia di Milano. A confermare la nuova apertura è la stessa azienda che ipotizza l’inaugurazione dello store nei primi giorni di marzo.

 

“Nuna Lie ha in programma lo sviluppo dei punti vendita sul territorio nazionale e nell’arco del 2020 sono in calendario venti nuove aperture, tra cui quella di Como – fanno sapere dall’azienda di fashion retail con sede a Monterotondo (Roma) nata nel 2003 – La linea aziendale è quella di aprire nuovi store sia nei centri commerciali che nelle città strategiche per popolazione e afflusso di turisti. Como ne è un esempio”.

“Affitto solo a big o brand dei centri commerciali”. Como, i cartelli ammazza-piccoli

Sono al momento oltre cento i punti vendita monomarca in franchising aperti a livello nazionale e internazionale (diversi i negozi nella vicina Svizzera) che si fanno portavoce della filosofia aziendale dell’amministratore Berniero Scarpa che spiega: “Con Nuna Lie vogliamo essere vicini a tutte le donne, per mettere in risalto la persona e la bellezza naturale di ognuna. Siamo un’azienda giovane, ma anche determinata e con molta voglia di espanderci. Siamo entusiasti e innamorati del nostro lavoro, e vogliamo portare avanti il gusto italiano con impegno e positività, migliorandoci e superandoci ogni giorno”.

Via Luini, dopo 72 anni Selvini leva le tende: “Qui ormai è come un centro commerciale”

 

Questa apertura è la conferma che il centro storico comasco è meta sempre più ambita delle catene della grande distribuzione. Via Bernardino Luini con i suoi Intimissimi, Tezenis, Kiko, Motivi ne è testimonianza. Tanto che – come abbiamo raccontato qualche numero fa – molti proprietari di immobili scelgono di affittare i propri locali in centro storico esclusivamente a grandi catene che hanno già negozi nei centri commerciali. Un’omologazione di marchi che a molti residenti fa storcere il naso ma che ad altri piace perché attira chi ha voglia di spendere e che, inevitabilmente, entrerà anche nei negozi tipicamente comaschi.

Bagatt abbandona Como: chiude lo storico negozio di scarpe dei Portici Plinio

Infine non manca per il territorio l’opportunità lavorativa. L’azienda spiega infatti che “sono già aperte le selezioni per creare un team comasco per il nuovo store che almeno all’inizio verrà affiancato da dipendenti già da tempo in Nuna Lie”.

Non resta quindi che attendere la nuova apertura.

L’articolo che avete appena letto è stato pubblicato su ComoZero settimanale, in distribuzione ogni venerdì e sabato in tutta la città: qui la mappa dei totem.

TAG ARTICOLO:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti: