Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Quanto incidono Svizzera e frontalieri sui contagi in Val d’Intelvi? Screening Ats su 4 Comuni (con polemica di Alta Valle)

Quanto incide la vicinanza con la Svizzera, in relazione ai molti frontalieri comaschi che ogni giorno varcano la frontiera per lavoro, sulla diffusione del contagio da Coronavirus? A questa domanda, tutt’altro che peregrina, servirà a rispondere, almeno in parte, l’indagine su base volontaria avviata in collaborazione con alcuni Comuni della Val d’Intelvi su una parte della popolazione.

In termini pratici, si tratta di uno screening per la rilevazione del virus che per ora interesserà soltanto i Argegno, Cerano, Schignano e Centro Valle Intelvi. Una scelta a campione che però non è affatto piaciuta al sindaco di Alta Valle Intelvi, Marcello Grandi, che chiede alla stessa Ats che anche il suo paese sia coinvolto nell’indagine, tanto da aver scrito a tuti i sindaci della Valle per rendere nota la propria posizione ed eventualmente “reclutare” alleati per lo screening.

“Rileviamo – si legge nella mail inviata ai colleghi sindaci intelvesi – che Ats, con i Comuni di Argegno, Cerano, Schignano e Centro Valle Intelvi, in maniera autonoma e non condivisa, ha avviato un’iniziativa di screening per la ricerca dei contagi Covid 19, su base volontaria, nel territorio dei suddetti Comuni”.

“Dato che lo scopo dello screening tocca anche il tema dei frontalieri, e quindi le eventuali contaminazioni provenienti dalla vicina Svizzera con la quale il Comune di Alta Valle, che conta circa 3mila abitanti di cui più di 300 lavoratori frontalieri, è direttamente confinante, chiediamo di partecipare all’iniziativa in oggetto e se possibile coinvolgere tutti i paesei della Valle Intelvi al fine di effettuare una quanto più ampia azione di monitoraggio e prevenzione”.

Ora dunque, non resta che attendere l’eventuale risposta. E, naturalmente, anche l’esito dello screening per appurare se le zone della provincia con una alta percentuale di frontalieri e contatti in Svizzera sono più o meno a rischio contagio di altre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo