Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Rondò a San Rocco, Rovi: “Passa solo un’auto verso via Milano, resterà così?”. Gervasoni: “Torneranno due corsie”

Piccolo giallo sulla rotonda che sta prendendo la forma definitiva in piazza San Rocco a Como, alla congiunzione delle vie Napoleona-Grandi-Milano Alta. A sollevarlo, ieri sera in consiglio comunale, il consigliere comunale di Civitas, Guido Rovi.

“La rotonda definitiva è in fase di ultimazione – ha affermato Rovi – ma proprio in questa fase dei lavori, forse anche a causa dello spostamento dei jersey che delimitano l’opera, si è formato un deciso restringimento della carreggiata e all’imbocco di via Milano Alta di fatto passa una sola auto”.

“Questa cosa mi preoccupa un po’ – ha aggiunto l’esponente di Civitas – perché quel collo di bottiglia ha raddoppiato ultimamente i tempi di percorrenza e ha determinato diversi disagi per gli automobilisti. Spero non sia quello l’effetto definitivo, altrimenti mi chiedo che senso avrebbe avuto spendere così tanti soldi per la rotonda”.

Prontamente ha replicato l’assessore a Lavori pubblici e Mobilità, Pierangelo Gervasoni.

“Oggi la corsia in discesa, all’altezza dei lavori, è effettivamente ristretta – ha detto Gervasoni – ma posso garantire che al termine dell’intervento saranno assolutamente percorribili le due consuete corsie”.
Infine, l’assessore ha aggiunto che “i lavori dovrebbero finire il 21 febbraio prossimo”.

2 Commenti

  1. Mi scusi Sig. Rovi, ma via Milano alta quante corsie discendenti ha? Mi sembra una, quindi dov’è il problema?. Ovviamente il Sig. Rovi di Civitas vorrebbe allargare l’area a sinistra, Magatti ha approvato il Suo intervento? Comunque la Sua attivita di “umarell” è stata compiuta, grazie.

    1. i lavori sono stati fatti coi piedi. Stop. Non c’è altro da dire. E questa sua strenua difesa è sospetta. Coinvolto nello scempio per caso?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo