Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

San Rocco, Vicari al Comune: “Rondò e aiuole, il mio progetto per un ingresso fiorito verso centro e via Milano”

C’è una proposta per rendere più bella e accogliente tutta la zona di piazza San Rocco, a partire dalla nuova rotatoria appena realizzata nelle sua forma definitiva. Ad avanzarla, una storica figura del commercio di via Milano Alta, Stefano Vicari, voce degli esercenti di zona e titolare del negozio “L’arte”.

“La mia idea – spiega Vicari – è di realizzare una sorta di ingresso fiorito verso il centro, abbellendo sia la rotatoria sia gli spazi verdi nelle vicinanze. Mi sembra giusto migliorare quello che in fondo è uno degli ingressi principali per chi viene in città e che passa sotto gli occhi di migliaia di persone che transitano da lì ogni giorno”.

Como Stefano Vicari del negozio L’Arte di via Milano ph: Carlo Pozzoni

La formula – già avanzata al Comune in un contatto preliminare – potrebbe essere quella della sponsorizzazione, come già accaduto anche in altre zone per interventi simili.

“Ne ho già parlato con gli assessori competenti – spiega Vicari – L’interesse c’è, bisogna soltanto trovare la formula migliore per poter rendere concreto il tutto. Ho giò contattato un garden designer per un primo disegno preliminare, se la cosa andasse avanti come spero ovviamente presenterei un progetto completo in tutto e per tutto. Sarei orgoglioso di poter dare un contributo per rendere migliore un angolo così importante alle porte del centro città e di tutta via Milano”.

La rotonda definitiva in una foto durante la costruzione

 

A dire il vero, la zona della rotatoria e i dintorni attendono ancora un’asfalatura generale definitiva. “Ma mi è stato assicurato che verrà fatta”, conferma il commerciante, al quale è impossibile non chiedere se per le prossime elezioni comunali si metterà in gioco di persona.

“No, non è previsto – ribatte Vicari – Forse sono un po’ troppo concreto per i tempi e i metodi della pubblica amministrazione e della politica. Sono abituato ai tempi dell’impresa, credo avrei difficoltà ad adeguarmi a quelli di una macchina così complessa come quella comunale. Cinque anni fa mi espressi su alcune cose precise per la mia zona: la rotonda a San Rocco e l’eliminazione delle fasce orarie in via Milano, per fortuna sono tra le cose che sono state realizzate. Ecco, forse un suggerimento potrei darlo a tutti i prossimi candidati: indicare interventi chiari, precisi e limitati su cui impegnarsi, senza trascurare le grandi opere ma anche senza perdersi in troppe promesse filosofiche e programmi da 500 pagine che poi si rivelano puntualmente irrealizzabili”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo