Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità, Economia

Clamoroso addio, Spontini lascia Como: “Chiusure schizofreniche in pandemia, ci dedichiamo a Milano. Magari torneremo”

Poco più di due anni e chiude.

Spontini clamorosamente lascia il negozio comasco di via Boldoni aperto a fine 2017.

Parliamo, ce ne fosse bisogno, della celeberrima catena meneghina, nata nel 1953 nello storico punto di Corso Buenos Aires, specializzata in pizza (il capolavoro, si sa, è la margherita doppia mozzarella abbondante).

Aria di smobilitazione all’interno della struttura come mostrano le foto (il punto di Como peraltro è già sparito dal sito dell’azienda).

L’ufficialità arriva dall’addetto stampa di Spontini, che abbiamo sentito pochi minuti fa: “Confermiamo la chiusura – ci dice – con la crisi pandemica abbiamo deciso di concentrarci su Milano e hinterland, d’altronde è il nostro territorio tradizionale. Aspettiamo tempi migliori, il nostro mercato estero (sei negozi in Corea e tre in Giappone, Ndr) dà segnali incoraggianti che ci aspettiamo arrivino anche qui. Aspettiamo fino al 2022, d’altronde in Italia, vista la situazione, con aperture e chiusure schizofreniche (riferimento a decreti e relative zone cromatiche, Ndr), conviene fare così, prendere tempo per ripensare lo sviluppo”.

Così drammatica la situazione del negozio di Como? “No, Como ha dato soddisfazioni, eravamo molto contenti di come ci ha accolto la città. Niente da dire, anzi, ma una struttura così lontana da Milano, in questa fase, comportava situazioni che preferiamo razionalizzare per ripartire, come detto, nel 2022. Magari torneremo a Como, in una location diversa”.

GALLERY-SFOGLIA

TAG ARTICOLO:

3 Commenti

  1. Non ci mancherà, non è mai stato amato con prezzi sopra la media.
    Noi comaschi abbiamo QUINTO e non si batte 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab