Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Ambiente, Attualità

Terza linea termovalorizzatore, il documento della Consulta Ambiente: “Si studi la ricaduta degli inquinanti”

Il consiglio comunale ha recepito, nell’ultima seduta, i lavori svolti dalla commissione speciale voluta per analizzare il progetto di terza linea del termovalorizzatore di Acsm Agam (qui tutti gli approfondimenti), E, nelle stesse ore è anche arrivato il documento redatto dalla Consulta comunale per l’Ambiente di Como insediata il17 gennaio del 2022.

Sette pagine fitte in cui vengono evidenziate le criticità di un simile piano. Innanzitutto, dopo aver analizzato le quantità di fanghi prodotti in Lombardia “appare chiaro che i fanghi destinati alla distruzione non arriveranno dalla provincia di Como e probabilmente neppure da quelle limitrofe, bensì da tutta la Regione e forse addirittura da fuori Regione. Questo dato è in contrasto con uno dei criteri informativi per la pianificazione che Regione Lombardia ha inserito nel documento “Aggiornamento del programma regionale di gestione dei rifiuti (ARGR) “Piano verso l’economia circolare” e nello specifico il criterio di “prossimità e autosufficienza” previsto allo scopo di minimizzare il trasporto dei fanghi su gomma”.

Tanti altri poi gli aspetti analizzati, come ad esempio la necessità di far “eseguire in via preventiva una indagine epidemiologica retrospettiva tra i residenti abitanti nella zona di ricaduta degli inquinanti. Si ritiene opportuna, inoltre, una valutazione di impatto sanitario che coinvolga la popolazione residente nelle zone limitrofe all’impianto, nonché la popolazione carceraria e il personale dell’adiacente Casa Circondariale del Bassone. In tema di emissioni di inquinanti (in particolare ossidi di azoto NOx e Polveri sottili PM10 e PM2,5) si ritiene utile un dettagliato studio della situazione microclimatica”.

Dubbi poi sul sito scelto dove collocare la terza linea e sulla mobilità intorno all’area interessa. La Consulta, composta da Circolo Legambiente di Como, We Roof, WWF Insubria, ARCI Como, Terra Viva, ISDE Italia Medici per l’ambiente, vede anche la partecipazione dell’assessore all’Ambiente quale membro di diritto. In questo caso l’assessore Annoni si è astenuto dalla votazione del documento. Ora, dopo aver trasmesso al consiglio e alla giunta il testo redatto, si punta a trasmettere il lavoro anche alla Conferenza dei Servizi all’opera nei prossimi giorni.

Qui il documento integrale:

Consulta Comunale per l'Ambiente - documento Terza Linea Termovalizzatore 31.01.22 (2)

 

Un commento

  1. L’unica ricaduta che interessa gli amministra tori è quella dei loro bonus. È così da vent’anni in tutto il mondo. Rassegnamoci. Non c’è speranza. Le poltrone non le molleranno mai e soprattutto i bonus.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo