Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità, Turismo

Ticino, il ponte dell’esercito unisce l’Isola grande e la mitica l’isola dei Conigli: ma solo oggi e domani

Due isole splendide, l’isola Grande e l’Isola dei Conigli, separate da un brevissimo tratto d’acqua, formano le isole di Brissago, vicino a Locarno. Si tratta dell’unico giardino botanico svizzero galleggiante. La prima delle due è visitabile, la seconda, quella dei Conigli, è invece chiusa al pubblico. Per due giorni però, oggi e domani, domenica 19 giugno, la si potrà scoprire grazie a un ponte flottante che le collegherà consentendo alle persone di “camminare sull’acqua” e raggiungere l’isola dei Conigli. Un’insolita occasione per una gita a meno di un’ora da Como.

Durante il fine settimana, infatti, l’esercito svizzero svolgerà un’operazione d’esercitazione alle Isole di Brissago in collaborazione con i pompieri di Brissago. Sabato mattina verrà ricreato lo scenario in cui durante una conferenza presso Villa Emden (dimora presente sull’isola Grande), le persone all’interno della villa neoclassica dovranno essere evacuate a causa di un incendio. Nel pomeriggio un ponte flottante verrà installato tra l’Isola Grande e l’Isola dei Conigli. Le persone in visita alle Isole di Brissago potranno percorrere a piedi il ponte militare e raggiungere l’Isola dei Conigli – anche chiamata Isola Piccola o Isola di Sant’Apollinare – solitamente chiusa al pubblico in quanto riservata alle Scuole Speciali Cantonali del Sopraceneri del Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport. L’ultima volta che la popolazione l’ha potuto visitare è stata nel 2017.

L’Isola dei Conigli si differenzia dall’Isola Grande per il suo ambiente naturale. La vegetazione è spontanea e gli insediamenti umani visibili oggigiorno sono i ruderi della chiesetta di Sant’Apollinare e l’edificio sede delle Scuole Speciali. Domenica 19 giugno, in occasione di questa speciale apertura, sull’Isola dei Conigli saranno organizzati degli spettacoli dal vivo per celebrare questo raro avvenimento. Alcuni musicisti dell’associazione Carovana 091 proporranno musica sperimentale improvvisata, mentre Moira Dellatorre porterà in scena delle leggende ticinesi. Inoltre sabato 18 giugno, nel corso della rassegna Botanica, si svolgerà la conferenza “Il clima cambia, anche da noi”, tenuta da Marco Gaia, Responsabile del centro regionale sud MeteoSvizzera.

TAG ARTICOLO:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo