Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

TURISMO/5 Bellagio, Tiziana forza e sorriso nella magia dell’Hotel Belvedere: “Prenotazioni last minute e stranieri, ho fiducia”

Bellagio, come tante altre località del lago, sta vivendo la mancanza di turisti dovuta all’emergenza sanitaria.

Ad agosto però, contro le aspettative di qualche mese fa, quasi tutte le strutture alberghiere risultano aperte in paese: in qualche modo, quindi, gli imprenditori sembrano voler dare un segnale di ripresa e di accoglienza.

Alla crisi del turismo risponde senza allarmismo alcuno Tiziana Martinelli, titolare dell’Hotel Belvedere di Bellagio che nel 2016 ha ottenuto il premio “Donna Lariana” proprio per la sua grande tenacia e intraprendenza nella gestione della struttura.

Foto Facebook Hotel Belvedere (Tiziana Martinelli con la figlia e la mamma)

“Abbiamo visto un leggero miglioramento rispetto a quando avevamo pensato di aprire – spiega – Le prenotazioni sono per lo più last minute, arrivano proprio a ridosso della data e addirittura pochi giorni prima. E’ completamente differente dallo scorso anno, dove già due o tre settimane prima si aveva una visione generale del mese intero. Adesso invece non si riesce ad avere una visione di lungo periodo”.

Per quanto riguarda le prenotazioni, ha notato dei miglioramenti nel mese di agosto? “Le prenotazioni sono state per lo più per il weekend – continua – forse ad agosto sta cambiando qualcosa ma ogni settimana la situazione varia. Magari riusciremo ad avere prenotazioni per quasi tutta la settimana”.

Siete comunque soddisfatti della situazione nel vostro hotel? “L’apertura era stata pensata in virtù della situazione e per garantire mesi di occupazione a tutti, quindi anche per i nostri collaboratori che erano in difficoltà – così Tiziana – La decisione è stata presa a metà giugno, con la riapertura ufficiale il 10 luglio. Ci immaginavamo un’apertura molto triste ma adesso siamo ottimisti, il tempo è bello e Bellagio è bellissimo quindi sono fiduciosa che qualcuno arriverà. In realtà qualcuno è già arrivato, i clienti abituali ritornano ma ce ne sono anche altri che dopo tanti anni sono tornati per soggiornare per un periodo più lungo rispetto al solito. Parliamo di una settimana o anche più, anche perché preferiscono non andare in altre destinazioni”.

Per quanto riguarda la tipologia di turisti, quali arrivano maggiormente? “La clientela europea da Olanda, Germania, Francia, Svizzera, Belgio e altre piccole nazionalità hanno mantenuto una percentuale un po’ più alta rispetto agli altri anni e hanno costituito la base delle presenze – conclude –  per lo più sono stranieri, vediamo qualche italiano nel weekend o in settimana per pochi giorni ma non sono cresciuti così tanto come gli stranieri”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti: