Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Variante Tremezzina, Anas garantisce: “Nessuna chiusura lunga della Regina nei prossimi 5 anni”

Dopo più di due mesi dalla riapertura della statale Regina, tutto sembra essere tornato alla normalità: il turismo è ripartito e i pendolari possono recarsi in direzione Como senza più intraprendere tragitti lunghissimi attorno al lago o passando per la Svizzera. Solo un particolare sta destando non poche preoccupazioni tra i laghée: i cartelli della chiusura di Colonno non ancora rimossi in tutta la Provincia di Como. Certamente la segnaletica è stata sbarrata con una croce rossa, per non trarre in inganno gli automobilisti, ma il timore, più che comprensibile a quasi 3 mesi dalla riapertura della statale, da parte dei residenti del lago per una potenziale nuova chiusura, non ancora resa nota da Anas si sta diffondendo sempre di più. D’altronde durante le asfaltature a Colonno di settimana scorsa, che hanno reso necessario la chiusura notturna della Regina, gli sbarramenti sulla segnaletica sono stati momentaneamente tolti.

A tal proposito abbiamo contattato Anas, per chiarire la situazione: “La segnaletica è stata lasciata per praticità, prima o poi verrà rimossa”.

Ma non finisce qui, infatti c’è una grande novità: “Garantiamo, a meno di clamorosi e non preventivabili imprevisti, che la statale Regina non verrà più chiusa per lunghi periodi nei prossimi cinque anni, come avvenuto a Colonno negli scorsi mesi. Questo non avverrà nemmeno quando verrà realizzato lo svincolo di Griante”.

Novità molte rassicuranti, che sicuramente placheranno i timori dei laghée.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo