Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Variante Tremezzina e Regina chiusa, Claino con Osteno teme l’assedio tra strade strette e neve. “Rischiamo il tilt”

Sono già iniziati lo scorso mercoledì 3 novembre, un po’ a sorpresa, i primi lavori preparatori per la costruzione della Variante della Tremezzina, in attesa del cantiere vero e proprio che dal 29 novembre comporterà la chiusura della statale Regina per 4 mesi.

Da settimane vi raccontiamo anche di tutti quei paesi che verranno danneggiati indirettamente da questo provvedimento, dovendo assorbire, inevitabilmente, tutto il traffico deviato dalla Regina su direttrici alternative.

Variante Tremezzina, traffico in Valle Intelvi a rischio collasso. Il sindaco Pozzi: “Alcuni camion non passeranno dalle strettoie”

Tra questi, c’è sicuramente Claino con Osteno, uno dei paesi più critici in prospettiva dei nuovi flussi di traffico a causa delle strade strettissime: “Il mio comune verrà danneggiato enormemente dal traffico – denuncia il sindaco Giovanni Bernasconi – assieme al sindaco di Laino abbiamo deposto in prefettura un resoconto con tutti i punti dove il traffico rischia di collassare, siamo in attesa di una risposta”.

Ponte di Claino, uno dei punti più critici dove a malapena passano due auto contemporaneamente

Continua il sindaco: “Non dimentichiamoci che il cantiere andrà avanti per tutto l’inverno e quando arriverà la neve sarà anche peggio, rischiamo che la viabilità vada completamente in tilt”.

Come nel caso di molti altri Comuni nemmeno Claino con Osteno è stato invitato ai tavoli con prefetto e Provincia: “Non siamo stati coinvolti, io mi sono limitato a fare delle osservazioni su come il mio paese verrà danneggiato – spiega – L’unica richiesta che ho fatto è stata di garantirci che qualche addetto  fermi nei punti strategici i mezzi pesanti, che purtroppo a volte passano senza rispettare i cartelli stradali. Solo così si potranno alleviare i disagi”.

Variante Tremezzina, Dizzasco teme l’invasione. Il sindaco Riva: “Rischio paralisi del traffico. Siamo pronti a tutto questo?”

 

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo