Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Verde speranza. Galli su parchi, giochi, aree cani, piante e rifiuti. “Nel 2022 i nuovi giardini a lago”

Questione delicatissima a Como, quella del verde pubblico. Tra polemiche di cittadini e parti politiche (si veda l’intervista a Elisabetta Patelli) per la mancata attenzione al tema, alla fine di questo anno particolare facciamo il punto insieme all’assessore Marco Galli.

Parliamo dei parchi e della cura del verde in città. Cosa è stato fatto e cosa avete in programma di fare?
Abbiamo realizzato bagni pubblici in via Anzani, piazza del Popolo e via Traù dove stiamo anche riqualificando il campo da tennis. Siamo intervenuti per le fioriture in varie zone, abbiamo rifatto parte delle aiuole al Tempio Voltiano e nella passeggiata Gelpi. Sono ricominciate le piantumazioni degli alberi crollati per la città: ad oggi circa 30, entro fine anno una cinquantina. In programma anche il rifacimento del viale alberato di via Aldo Moro e via Cavallotti.

Per quanto riguarda i giochi nelle varie aree, molti sono rotti o comunque datati. Interverrete?
Rispettiamo le manutenzioni segnalate puntualmente, magari ogni tanto con qualche ritardo. Ne abbiamo già sistemati e riposizionati alcuni. Nel 2021 cercheremo di mettere a nuovo quelli dell’area di via Vittorio Emanuele, poi toccherà ai Giardini a Lago.

A proposito di Giardini a Lago, ci sono novità? Persi i fondi regionali, ora è tutto a carico del Comune?
Entro fine anno uscirà la gara per l’affidamento di progetto definitivo (l’articolo è stato redatto prima della scadenza, la gara è uscita: qui i dettagli), esecutivo e direzione lavori. Sarà tutto a carico del Comune, era quasi impossibile non perdere il finanziamento per una questione di tempi. Prevediamo l’inizio cantiere verso l’autunno del 2021, entro la fine del 2022 dovremmo vedere i nuovi giardini.

Aree cani: ne avevate previsto un aumento ma anche l’affidamento a volontari per la pulizia e manutenzione. E’ stato fatto? Interventi in programma?
L’area di via Traù verrà ampliata, così come raddoppieremo il volume di quella in viale Varese a breve. Abbiamo una dozzina di Guardie Ecologiche Volontarie che danno una mano a tenere pulito e sanzionano chi non raccoglie le deiezioni canine, aiutando a sensibilizzare i cittadini.

Parliamo di raccolta rifiuti: che situazione ha trovato e che situazione lascerà, col nuovo bando?
Il contratto in essere con Aprica era ben strutturato ma un po’ nuovo rispetto alle abitudini dei cittadini, comunque è andato a buon fine con risultati positivi. Abbiamo lavorato molto con la città e raccolto le indicazioni di associazioni e cittadini: la nuova gara prevede appunto interventi per implementare il servizio attuale. Sarà più vicino ai cittadini, con meno spostamenti aiutando così anche l’ambiente.

Nel programma elettorale citavate una Green Belt, per valorizzare e mettere in rete punti verdi della città.
Nel 2019 abbiamo lavorato a un progetto con Spina Verde per collegare parco e città, purtroppo non è stato accettato. C’era anche un progetto di collaborazione con Torno e Blevio per il rifacimento del percorso della Strada Regia ma non era stato scelto, spero si possa riprendere.

Nature morte. Patelli contro la politica “anti-ambientale” comasca: “Nessuna attenzione al verde, Como sempre peggio”

L’ARTICOLO CHE HAI APPENA LETTO E’ USCITO SU COMOZERO SETTIMANALE: ECCO DOVE PUOI TROVARLO

 

2 Commenti

  1. Un assessore che lavora in questa giunta della disperazione..Chiediamo anche di ripiantumare gli alberi mancanti nei filari di viale Varese e via Dante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab