Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Video – Don Giusto: “Don Roberto era in carcere, nelle mense, in psichiatria, era un uomo ponte. Auguro a me e a tutti di crescere in umanità”

E’ Don Giusto. E sa dire.

Ha parlato questa sera a “Non è l’Isola”, versione fatalmente Covid della meravigliosa “Isola che c’è”.

Ha parlato di don Roberto Malgesini, ucciso davanti a San Rocco.

L’OMICIDIO DI DON ROBERTO MALGESINI

Così tanto identici e così tanto diversi, questi due sacerdoti. Sempre, e profondamente, figli dello stesso racconto, dello stesso sguardo, dello stesso cuore, della stessa azione.

La testimonianza di don Giusto è fissata dalle riprese di Gianpaolo Rosso, anima di Ecoinformazioni.

Il parroco di Rebbio e Camerlata ha ricordato la capacità di don Roberto: “Di essere in carcere, nelle mense, in Caritas, in psichiatria. Ovunque si sente parlare di don Roberto come di una persona che c’era, che interveniva, che metteva gli uni in contatto con gli altri. In tal senso, è stato un uomo ponte, una risorsa importante per la città.  Ecco l’augurio che faccio a me e a tutti è di crescere in umanità, in questa capacità tenera e delicata di accompagnamento”

 

Don Giusto a Non è L'Isola.

Pubblicato da Gianpaolo Rosso su Venerdì 18 settembre 2020

Il Vangelo secondo don Roberto. Ritratti di un prete ammazzato: Sallusti, Scavo, Negretti, gli amici. Esce ComoZero Settimanale

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti: