Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

VIDEO Dongo, il “Presente” e i saluti romani per ricordare i gerarchi fascisti fucilati

Nonostante le durissime polemiche della vigilia si è svolta oggi la doppia commemorazione per Benito Mussolini e per gli altri gerarchi fascisti fucilati nell’aprile 1945 sul lungolago di Dongo dai partigiani.

Due i luoghi prescelti per il ricordo contestatissimo dall’Anpi e da numerosissime altre associazioni e partiti politici: Mezzegra, dove venne eseguita la fucilazione di Mussolini davanti al cancello di Villa Belmonte.

foto d’archivio

E poi proprio nel punto di Dongo teatro della seconda esecuzione. Proprio di questo momento andato in scena oggi, proponiamo il video con il “Presente” scandito per ognuno dei gerarchi uccisi, ogni volta con il saluto romano.

Non è dunque arrivato lo stop alle celebrazioni invocato dal mondo antifascista comasco, e per questo il segretario regionale di Rifondazione Comunista, Fabrizio Baggi, oggi ha rilanciato l’appello per il futuro: “Non permettiamo più che ciò accada riprendiamoci la piazza di Dongo e Giulino di Mezzegra facciamo si che l’importanza storica di quei luoghi della Liberazione assuma finalmente la valenza nazionale che ha diritto storico. Mai più spazi ai fascisti, né a Dongo ne a Giulino né altrove”.

22 Commenti

  1. leggo il primo commento “Ai ragione siamo in molti, ma molti assai. Avete paura solo al pensiero.” e niente…..già questo dimostra quanto siano buffoni questi 3 gatti.
    Imparate l’italiano, poi dopo, forse, vi sentirete davvero italiani …..forse

  2. Alessandro? Ma che cosa ne sai tu della storia italiana? Impara prima quella della tua nazione. Poi parleremo dei fascisti che per una paga mensile hanno tradito l’Italia e gli italiani, permesso che i tedeschi occupassero tutto, rubassero di tutto, e ammazzassero tutti quelli che si ribellavano e no.

  3. Quando capirete che i confronti con il comunismo non annullano i crimini del fascismo potremo girare pagina. Nel 2020 e semplicemente patetico essere fascisti.

    1. Se ti riferisci a me, direi proprio di no, non per questioni di orientamento politico, ma perchè se proprio mi devo trovare un idolo lo faccio in altri campi. Potrebbe essere uno scrittore, un regista, uno sicenziato non certo un dittatore, che sia dell’uno o dell’altro schieramento.

  4. In genere non si dovrebbe deridere nessuno, però questi veramente…ma non è che, forse, si tratta di persone che hanno perso i capelli e hanno trovato conforto alla propria disperazione in mezzo a gente ugualmente pelata? In realtà non gliene frega niente del fascismo, Mussolini e il resto, lo fanno solo per non sentirsi diversi dagli altri!

    1. Loro come me sono fascisti tu sei comunista e non fa molta differenza….il fascismo ha ucciso 1 migliore di persone…pensa un po’ il comunismo ha ucciso venti miglioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti: