RADIO COMOZERO

Ascolta la radio
con un click!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Attualità

VIDEO Rapinese: “Ecco il Duomo, lo vedete? E’ illuminato dopo decenni e decenni, come Dio comanda”

“Alle mie spalle c’è il Duomo, lo vedete? E’, grazie all’Amministrazione comunale dopo decenni, stata ripristinata l’illuminazione pubblica che è l’illuminazione che ci piace, quella che valorizza i monumenti. E’ un bene che io sia irriconoscibile in questo momento ma si riconosce la voce, invece quello che è importante sia riconoscibile è il nostro Duomo”. Così questa sera il sindaco di Como, Alessandro Rapinese, ha presentato la rinnovata (e a Led) illuminazione del Duomo di Como anche grazie, spiega, “al privato che ci ha consentito di effettuare le sostituzioni” e “non per una festa ma per sempre”. Ecco la presentazione:

Le parole del primo cittadino:

“Alle mie spalle c’è il Duomo, lo vedete? E’, grazie all’Amministrazione comunale dopo decenni, stata ripristinata l’illuminazione pubblica che è l’illuminazione che ci piace, quella che valorizza i monumenti. E’ un bene che io sia irriconoscibile in questo momento ma si riconosce la voce, invece quello che è importante sia riconoscibile è il nostro Duomo che finalmente, d’ora in poi, speriamo per sempre grazie a un accordo sul quale si è lavorato parecchio […] direi che questo è un risultato, ci è voluto parecchio lavoro, tutt’altro che semplice, ringrazio anche il privato che ci ha consentito di effettuare le sostituzioni, col quale formalizzeremo tutto quello che è stato concordato. E devo dire che vedere il Duomo illuminato come Dio comanda, come un monumento che merita tutto il rispetto che deve avere, dopo decenni, decenni, che non era così, è motivo di particolare soddisfazione. Ecco a voi il vostro Duomo, finalmente non più al buio ma illuminato, per sempre. E non per una festa ma per sempre, perché questo è il decoro che avevamo in mente per questo luogo fantastico. Adesso ci sono anche le campane a festeggiare (le campane suonano, Ndr) guardate che bellezza, bene. Il Duomo volevamo illuminarlo l’avevamo promesso, adesso è illuminato e un grazie all’Ufficio Reti che ha fatto questa opera. Ah, nello specifico, c’erano dei vecchi fari per quei due mesi che è funzionato nel 2016 o ’17, consumano un decimo (quelli installati oggi, Ndr) consumano meno del vostro soggiorno o poco più del vostro soggiorno, tutto a Led. Buona serata, viva il Duomo illuminato”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
TAG ARTICOLO:

15 Commenti

  1. Lieto di osservare il duomo “illuminato come Dio comanda”, assai meno di osservare in tutta la convalle un estremo livello di inquinamento luminoso, sopratutto generato da impianti privati e commerciali spesso così palesemente fuori norma da domandarsi sulla cecità delle relative amministrazioni comunali.

  2. Bravissimo Sindacoooooooo… ONORATI e FORTUNATI di avere un Sindaco così a Como.
    E’ vero! Lui ama veramente questa città!

  3. Ottimo.
    Ora mi auguro che la facciata del Duomo e broletto non vengano più “offese” dalle pacchianate dei balocchi, torniamo ad essere una città seria e non una luna park per gitanti del weekend.

      1. Lei è nel business dei baretti & turismo mordi e fuggi?
        Capisco perché una cosa fatta bene le dia fastidio……

  4. Genesi 1:3

    E Iddio disse: Sia la luce. E la luce fu.

    Il complesso di Dio è una convinzione incrollabile caratterizzata da un sentimento costantemente gonfiato di abilità personale, privilegio o infallibilità. Una persona con il complesso di Dio rifiuta di ammettere la possibilità di un errore o di un fallimento, anche di fronte a prove inconfutabili, a problemi intrattabili o a compiti difficili o impossibili. La persona è anche molto dogmatica nelle sue opinioni, cioè parla delle sue opinioni personali come se fossero indiscutibilmente corrette. Una persona con il complesso di Dio non mostra alcun riguardo per le convenzioni e le richieste della società e richiede una considerazione speciale o dei privilegi per se stesso. – Wikipedia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo