RADIO COMOZERO

Ascolta la radio
con un click!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Attualità

VIDEO YouthBank 2022: 150mila euro per gli straordinari progetti dei giovani comaschi

La nuova edizione della YouthBank, la banca dei giovani per i giovani sostenuta dalla Fondazione Comasca, è approdata al momento cruciale: la pubblicazione dei bandi 2022 in base ai quali saranno selezionati i progetti presentati da ragazzi del nostro territorio. A giudicarli saranno loro coetanei, gli “youthbanker”, ai quali la Fondazione ha offerto un intenso percorso formativo di tre giorni a Torrazzetta, in provincia di Pavia. Qui i giovani partecipanti hanno imparato come condurre autonomamente il progetto YouthBank, attraverso attività laboratoriali e di gruppo che hanno loro permesso di acquisire nozioni su diritto ed economia del non profit, progettazione, raccolta fondi e comunicazione.

Questi 43 giovani di età compresa tra i 15 e i 25 avranno a disposizione un importante capitale, ben 150.000 euro, per finanziare progetti di utilità sociale capaci di rispondere ai bisogni più urgenti espressi dai ragazzi delle nostre varie realtà territoriali. La YouthBank ha infatti cinque “filiali”: a Como, Cantù, Erba, Olgiate e Centro lago e in ognuno di questi ambiti è stato creato e diffuso on-line e nelle scuole un questionario dal quale sono emerse le problematiche maggiormente percepite. Sono arrivate complessivamente più di 1000 risposte per un campione vario e sicuramente significativo. Questi, sommariamente, i risultati del questionario, che la Fondazione Comasca mette a disposizione di tutti i media e gli enti pubblici locali:

COMO. I giovani residenti in città e dintorni sentono fortissima l’esigenza di riqualificare e valorizzare spazi verdi e urbani, insieme alla necessità di vivere in un capoluogo più vivo culturalmente; hanno infatti indicato la mancanza di attività, laboratori ed eventi culturali, ricreativi e artistici. Molto interessante infine è stata la richiesta di maggiori possibilità, di sostegno della salute mentale, forse dovute anche a questi due anni di pandemia.

CANTU’. Nella bassa Brianza comasca, a Cantù e Mariano, i giovani hanno messo al centro delle loro richieste lo sport. Hanno chiesto luoghi adeguati per praticare sport e maggiori manifestazioni sportive. Un’altra esigenza emersa riguarda invece l’orientamento scolastico-lavorativo, che giudicano insufficiente.

CENTRO LAGO. Anche a Tremezzina e dintorni per i giovani del territorio l’orientamento all’università e al lavoro è una necessità che la scuola non riesce a soddisfare. Ma i giovani del centro lago non si preoccupano solo della “carriera” ma anche dell’ambiente, mettendo come priorità lo sviluppo di economie circolare. Hanno chiesto infatti di porre attenzione e sostenere azioni che puntino al riuso e al riciclo di alimenti, di indumenti, di medicinali e di tutti quei materiali non eco-sostenibili che produciamo.

ERBA. Nell’erbese è risultata invece forte la volontà socializzazione attraverso la riqualifica e promozione di spazi di aggregazione giovanile. I giovani di Erba e dintorni si sono rivelati anche molto attenti ai temi sociali e hanno chiesto di promuovere attività volte all’educazione alla non violenza e all’inclusione e di creare luoghi per il sostegno e l’inclusione di soggetti in difficoltà (senza fissa dimora, anziani, famiglie svantaggiate, minoranze etniche). Infine, hanno visto come un’ulteriore esigenza la tutela degli animali e la prevenzione all’abbandono.

OLGIATE. I risultati del questionario nell’olgiatese hanno mostrato una particolare attenzione al mondo del volontariato. I ragazzi hanno infatti chiesto di promuovere esperienze di PCTO all’interno di associazioni non profit e di forme di dibattito e confronto con quella parte del mondo adulto con potere decisionale (imprenditori, politici, rappresentanti del mondo del sociale). Infine hanno manifestato la necessità di migliorare i trasporti promuovendo una viabilità alternativa ed ecosostenibile per i ragazzi del territorio (ad esempio carsharing, bici elettriche).

Come presentare un progetto

I giovani interessati a ricevere un contributo per idee volte a migliorare la comunità in cui vivono devono presentare il proprio progetto alla Fondazione Comasca, sul bando YouthBank del territorio nel quale l’iniziativa si concretizza, tramite organizzazioni non profit operanti nella provincia di Como entro il 28 marzo 2022. I progetti non potranno essere a scopo di lucro e dovranno essere di interesse generale. I ragazzi che presenteranno le idee migliori, parteciperanno ad una formazione residenziale di tre giorni dal 6 all’8 maggio 2023, in cui potranno sviluppare la loro idea con l’aiuto di esperti in progettazione sociale, comunicazione e raccolta fondi. Consigliamo per maggiori informazioni di consultare il sito youthbank.fondazione-comasca.it oppure www.fondazione-comasca.it o contattare le singole YouthBank.

Come sostenere la YouthBank

La YouthBank esiste grazie a risorse donate dalla nostra comunità. Sarà dunque fondamentale, per la sua sopravvivenza, attivare una campagna di raccolta fondi a sostegno della quale un gruppo di youthbanker particolarmente motivati, simpaticamente denominato “task-force”, ha dichiarato la volontà di mettersi in gioco attraverso un preziosissimo contributo di idee e di nuove energie.

La YouthBank

Nata nel 2007, la YouthBank è un’iniziativa promossa dalla Fondazione Provinciale della Comunità Comasca in collaborazione con tre della nostra Provincia: la Fondazione Paolo Fagetti onlus a Olgiate Comasco con la coordinatrice Amina Pizzala, la Cooperativa Sociale Azalea onlus a Tremezzo coordinata da Domenico Nappi, e la Cooperativa Sociale Questa Generazione a Erba, Cantù e Como con la coordinatrice Greta Iottini. A tali enti è affidato il compito di accompagnare i progetti nelle rispettive realtà territoriali. Ogni YouthBank è formata da un gruppo di ragazzi under 25 i quali hanno a disposizione risorse economiche da destinare al finanziamento di progetti d’utilità sociale elaborati e gestiti da loro coetanei.

Il progetto persegue obiettivi particolarmente importanti: attivare i ragazzi nel comprendere i bisogni della comunità per perseguire il bene comune, renderli protagonisti, valorizzarne le competenze e mostrare l’importanza della cooperazione. Tutto ciò significa formare le nuove generazioni ai principi della cittadinanza attiva e investire sul nostro futuro!

Il progetto promosso dalla Fondazione è la prima YouthBank italiana facente parte del network di YouthBank International (http://www.youthbankinternational.org/projects), una rete che raccoglie e promuove le esperienze dei “giovani banchieri” di tutto il mondo. Maggiori informazioni sul sito https://youthbank.fondazione-comasca.it/

Il progetto YouthBank è sostenuto dal Fondo De Orchi per l’Infanzia e la Gioventù, dalla BCC Cantù, dell’azienda Castiglioni Spa e da Fondazione Cariplo.

CONTATTI

YB Cantù. referente c/o Cooperativa Sociale Questa Generazione: Greta Iottini, greta.iottini@questagenerazione.it , tel. 3476670675

YB Centro Lago referente c/o Coop. Sociale Azalea onlus: Pierantonio Ferrari, info@coop-azalea.it, tel. 0344 42145

YB Como, referente c/o Cooperativa Sociale Questa Generazione: Greta Iottini, greta.iottini@questagenerazione.it , tel. 3476670675

– YB Erba referente c/o Cooperativa Sociale Questa Generazione: Greta Iottini, greta.iottini@questagenerazione.it , tel. 3476670675

YB Olgiate Comasco, referente c/o Fondazione Paolo Fagetti onlus: Amina Pizzala, aminapizzala@gmail.com , tel. 3291038470

Coordinamento provinciale YouthBank della Fondazione Provinciale della Comunità Comasca onlus: Alessio Sala Tenna, alessio@fondazione-comasca.it . tel. 031261375

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo