Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Villa Erba, anno nero-covid: “Perdite per oltre un milione, ricavi sotto del 90%. Hub vaccinale, solo copertura costi”. Il futuro: centro nautico, palco eventi e bar alle serre

“La Bellezza salverà il Mondo” così ha esordito il Presidente di Villa Erba all’apertura dell’Assemblea dei Soci commentando il video promosso da Regione Lombardia e girato all’interno del Centro Espositivo, nel parco e nella Villa Antica a sostegno della campagna vaccinale che vede l’hub vaccinale di Villa Erba un luogo iconico, dove Storia, Bellezza e Salute s’incontrano. Si è tenuta infatti lunedì mattina l’Assemblea ordinaria dei Soci di Villa Erba S.p.A. convocata per l’approvazione del bilancio di esercizio chiuso al 31.12.2020 e per la presentazione del Piano di impresa per il triennio 2021 – 2024.

Presente il Consiglio d’Amministrazione, il Collegio Sindacale e tutti i Soci, la maggior parte dei quali in presenza, come fortemente voluto dal Presidente Filippo Arcioni per dare un segno tangibile di ripresa delle attività dopo il lungo periodo pandemico.
Tre i punti chiave all’ordine del giorno: il triennio 2017 – 2019, l’emergenza epidemiologica, le prospettive di sviluppo 2021 – 2024.

“Per quanto concerne il triennio 2017/2019 – commenta il Presidente Arcioni – è già noto come dopo sette anni di bilanci chiusi in perdita Villa Erba avesse intrapreso un trend positivo, raggiungendo l’utile di esercizio sia nel 2018 che nel 2019, riscontrando un aumento di ricavi nel triennio pari ad oltre il 40% con un record di risultato nel 2019. Il 2020 aveva quindi tutte le carte in regola per segnare un’ulteriore progressione in termini di fatturato e utile, individuando in 9 milioni e 500 mila euro il budget di ricavi dell’esercizio 2020”.

“Molto diversi i numeri che ci troviamo oggi ad approvare – prosegue Arcioni – con una diminuzione di ricavi di oltre il 90% rispetto all’esercizio precedente, diretta conseguenza della pandemia mondiale da COVID-19 che ha bruscamente interrotto la crescita dell’attività di Villa Erba e che ha messo in ginocchio l’intero settore fieristico. L’esercizio 2020 chiude con una perdita di € 1.140.749 ed un valore della produzione di € 1.547.164, valori in deciso peggioramento rispetto a quelli dell’esercizio precedente e del budget, relativamente ai ricavi ed al margine operativo.
Il lockdown nazionale e le riaperture a singhiozzo hanno portato ad un blocco delle attività per circa 200 giorni riducendo a 13 gli eventi ospitati nel compendio nell’anno 2020 contro i 91 eventi ospitati nell’anno 2019. I giorni totali di occupazione spazi (Centro Espositivo, Villa e parco) sono stati pari a 35 in Villa (comprensivi delle giornate di allestimento) e 13 nel Centro espositivo. Numerose e degne di nota sono state le azioni messe in campo dal management per far fronte all’emergenza e che proseguiranno per tutto il 2021. Tra queste: la finanza di sostegno per complessivi € 1,5 milioni come effetto della sospensione del rimborso della quota capitale dei mutui in essere e dell’erogazione di un nuovo mutuo garantito dallo Stato; il contenimento significativo dei costi di gestione, i ristori e le agevolazioni pari a circa complessivi € 405.000”.

“Da sottolineare – prosegue Arcioni – la messa a disposizione del Centro Fieristico come sede vaccinale scelta da Regione Lombardia e resa operativa dal 15 aprile al 15 agosto 2021 con punte di 3.000 somministrazioni al giorno. Un segno tangibile di vicinanza alla collettività che evidenzia la finalità di impresa di Villa Erba capace di coniugare lo sviluppo economico del territorio con quello sociale. La messa a disposizione del Centro, specifica il Presidente – non comporterà alterazioni nel risultato di bilancio 2021 in quanto esso sarà pari alla copertura dei costi che la società sosterrà per ospitare il centro vaccinale”.

Cernobbio Villa Erba vaccino covid

Nonostante il susseguirsi delle restrizioni emergenziali e delle conseguenti difficoltà, Villa Erba si era comunque prefissata alcuni importanti  obiettivi per l’anno 2020 – soprattutto quelli mirati al miglioramento della qualità e dell’efficienza di tutte le risorse della società – che sono stati raggiunti come il piano di welfare, la formazione e la valorizzazione delle risorse umane, l’implementazione di un nuovo gestionale, alcune manutenzioni straordinarie del compendio, il prosieguo del progetto di digitalizzazione del centro espositivo, l’apertura al pubblico del parco, della Villa e del Galoppatoio nei mesi estivi.

Per quanto concerne le prospettive di sviluppo del triennio 2021- 2024 i punti chiave messi in evidenza sono stati:
il completamento del piano degli investimenti
l’ultimazione del progetto “Villa Erba Get Digital”
il potenziamento del piano di comunicazione digitale
il raggiungimento del pareggio economico previsto nell’anno 2023

Il progetto, denominato #VillaErbaGetDigital, era stato immaginato prima dell’inizio del periodo Covid-19 e porterà̀ innovazioni che, tramite gli strumenti digitali software ed hardware, permetteranno di offrire una serie di servizi digitali a disposizione degli organizzatori, dei visitatori e degli ospiti, con servizi utilizzabili prima, durante e dopo l’evento. Tali servizi consentiranno a Villa Erba di competere con i più̀ quotati quartieri fieristici e centri congressi, nonché costituiranno certamente anche una nuova fonte di ricavi per Villa Erba.  Permetteranno, inoltre,, di ospitare a Villa Erba la nuova tipologia di eventi fieristico-congressuali, denominata “ibrida”, soddisfacendo così la richiesta degli organizzatori post-Covid19.
Il potenziamento del Piano di comunicazione digitale prevede l’attuazione di campagne di marketing digitali (Facebook, Instagram, LinkedIn) volte ad attrarre nuovi clienti in modo più diretto e rapido, in un mercato sempre più competitivo soprattutto nell’area MICE.
Il raggiungimento del pareggio economico è previsto per l’anno 2023 con il ritorno al valore della produzione a livelli del 2018 e con valori pre-Covid nel 2024.

Nel quadro generale dell’attività del prossimo triennio, che pone al centro l’aumento considerevole dell’attività e dei ricavi con un  ritorno al numero di giorni di occupazione raggiunti nell’anno pre-pandemico, si aggiungono tre progetti strategici di medio – lungo periodo di grande interesse per lo sviluppo di Villa Erba: la ripresa dell’idea di progetto per la creazione di un centro nautico nell’affaccio a lago dell’ex galoppatoio da inserire nel più ampio masterplan di quell’area, già oggetto dell’accordo di programma; la valorizzazione dell’area ex galoppatoio ricca di peculiarità botaniche con il progetto “Villa Erba Open Air” che prevede la riqualificazione arborea e l’ipotesi di realizzare una struttura provvisoria per ospitare spettacoli di vario genere, realizzazione che si renderà possibile grazie alla imminente e sperata sottoscrizione dell’Accordo di Programma con gli Enti proprietari.  Elemento qualificante di quest’ultimo progetto è la realizzazione di un punto di ristoro con la riqualificazione delle ex-serre che verrà realizzato grazie al contributo stanziato dalla stessa Villa Erba e da Fondazione Cariplo con il Bando “Beni Aperti” a cui ha partecipato il Comune di Cernobbio, che però non ha ancora dato avvio alle procedure per l’esecuzione dei lavori. Terzo e ultimo progetto è rappresentato dalla ricerca di possibili intese e dalla collaborazione con Fiera di Milano per portare a Villa Erba un evento fieristico idoneo a trovare la sua ideale collocazione in un contesto dove verde, lago e Centro espositivo costituiscono un unicum non riscontrabile altrove.

Villa Erba, dall’arco di Arcioni scocca un maxi palco. “Per eventi, lirica e grandi concerti pop”

È prevista la ripresa dell’attività già dai prossimi mesi con i matrimoni in Villa Antica, le fiere “Proposte” e “Comocrea” nel padiglione centrale, nonché una serie di convegni ed eventi legati al MICE, tutti concentrati nel periodo settembre – novembre. Tali eventi unitamente ai ristori e ai contributi consentiranno alla società di raggiungere un sostanziale equilibrio economico-finanziario per l’esercizio in corso. Riprenderà anche la presenza di Villa Erba alle fiere di settore più importanti come, ad esempio, quella a Barcellona che si svolgerà nel mese di settembre. A questo si unisce la ripresa dell’attività sviluppata dal Convention Bureau il cui obiettivo è far conoscere e apprezzare ad un numero sempre maggiore di operatori la destinazione “Come Lake” e Villa Erba.

“In questa logica – prosegue il Direttore Generale Piero Bonasegale – fermo restando la conferma della ripresa delle attività di settore dal 15 giugno, Villa Erba ha già in calendario eventi wedding per i mesi di luglio e agosto con un riposizionamento parziale degli eventi annullati nel primo semestre dell’anno, per poi proseguire con la ripresa di eventi fieristici e corporate dal mese di settembre. Auspichiamo, dunque, di raggiungere la previsione di ricavi per il 2021 pari a € 3.200.000 con la conferma – ad oggi – di 22 eventi celebrativi, 2 fiere e 4 congressi, in questo scenario la celebrazione di Proposte come appare evidente, è assolutamente fondamentale. Conclude sottolineando, che le prospettive, in  termini di richieste degli spazi, appaiono al momento tendenzialmente incoraggianti.

Cernobbio sogna l’isola dello sport a Villa Erba. Accordo Monti-Arcioni, si punta sull’ex Galoppatoio

Prosegue, anche quest’anno, il percorso iniziato nel 2018 con il progetto “La Cultura per Villa Erba” e, in particolare, i primi dieci giorni di luglio il parco ospiterà eventi culturali di alto livello e fruibili da tutti: sette notti di grande cinema con Lake Como Film Nights, due concerti di musica classica organizzati in collaborazione con il Teatro Sociale Aslico di Como. In fieri un accordo con Miniartextil per installazioni d’arte moderna tra il parco e la villa storica.

Cernobbio galoppa veloce: ecco il maxi-progetto per le serre antiche di Villa Erba

Per il Presidente Arcioni gli obiettivi del periodo del triennio assegnati al Consiglio di Amministrazione sono chiari: da un lato l’impegnativo compito di raggiungere l’equilibrio prima finanziario e poi economico della società per ripristinare o quantomeno avvicinarsi quanto più possibile alla situazione pre – pandemica, dall’altro puntare su innovazione e tecnologia per essere sempre più competitivi a livello nazionale e internazionale.

In conclusione il Presidente ha ringraziato i colleghi consiglieri per l’ottimo lavoro realizzato in piena condivisione e l’intero staff di Villa Erba per il costante impegno dimostrato anche in questi mesi difficili. L’assemblea si è conclusa con brevi interventi da parte dei Soci che si sono dimostrati solidali con il management per gli sforzi messi in campo in questo anno horribilis.

Il bilancio di esercizio al 31.12.2020 è stato approvato all’unanimità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo