Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Cultura e Spettacolo

Davide Van De Sfroos cacciatore di leggende su Rai2: le storie del “Mythonauta” partono dal Lago di Como

Partendo dal suo amato lago, Davide Van De Sfroos è pronto a narrare le storie della nostra penisola nel ruolo di mythonauta, cercatore di leggende.

In onda su Rai2 in seconda serata, per quattro giovedì a partire dal 13 maggio, “Mythonauta” racconta miti e leggende d’Italia grazie alla voce e alla musica del cantautore laghée.

Nelle varie puntate, ognuna della durata di 45 minuti, ci saranno infatti i vagabondaggi di Davide Van De Sfroos a partire dal suo amato Lago di Como fino al Molise, dalla Romagna all’Alto Adige.

“Esiste un luogo del quale forse tu hai perduto la chiave ma ci sono miti e leggende da ricordare – così presenta il programma Davide Van De Sfroos – su sentieri insoliti, ne proveremo a riaprire le porte misteriose”.

Storie narrate a bassa voce durante i temporali, racconti della buona notte per non dormire. Antropologie e credenze locali, personaggi ambigui avvolti dal mistero, storia e fantasia in una danza secolare che attraversa l’Italia nobiliare e popolare, urbana e rurale, sacra e profana tra cultura e superstizione, retaggi pagani e tradizioni religiose.

Per il suo debutto come conduttore Davide Van De Sfroos percorre l’Italia alla ricerca di fantasmi eroi, entità cupe e luminose, luoghi di potere e guarigione, avvicinandosi rispettosamente al mistero e alla storia di un luogo o di una figura esistita o immaginaria senza voler sfregiare la magia del mito e della leggenda ma per capire meglio il suo contesto geografico, storico, culturale o anche mistico-spirituale.

Non per confutare o sminuire la leggenda con processi nel nome della scienza ma per cercare di mantenere integra la bellezza del brivido segreto che per anni ha tenuto in vita quella sensazione sospesa tra sogno e realtà. E Davide, in tutto ciò, avrà appunto il ruolo del “mythonauta”: il cercatore di leggende.

“Mythonauta” è un programma di Davide Van de Sfross scritto con Alessandro Giuli, Nicola Mastronardi, Elena Milani, Piero Passaniti, Roberto Vecchi, a cura di Chiara Zaccarini per la regia di Danio Spaccapeli e Luca Mancini. Il produttore esecutivo è Riccardo Nicchi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab