Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità, Cultura e Spettacolo

VIDEO Se ti chiami Lago di Como e vai al festival di Venezia con De Sfroos, ecco, il successo è garantito

Si è appena concluso nello spazio riservato all’interno del Grand Hotel Excelsior al Lido di Venezia l’incontro Lago di Como: da destinazione turistica a set per le produzioni di tutto il mondo.

Villa Erba e LarioFiere, infatti, sono volate a Venezia per il secondo anno consecutivo durante la 78^ Mostra Internazionale dell’Arte Cinematografica di Venezia, rispondendo all’invito della Fondazione Ente dello Spettacolo, sostenute da Camera di Commercio di Como-Lecco.

Come già nel settembre del 2020, Villa Erba prosegue il dibattito aperto sulla narrazione del Lago di Como con la voce di Filippo Arcioni (Presidente di Villa Erba S.p.A.).

Insieme a lui, all’incontro erano presenti:

– Lorenzo Riva (Vice Presidente della Camera di Commercio Como-Lecco)

– don Davide Milani (Presidente Fondazione Ente dello Spettacolo)

– Giovanni Ciceri (Presidente di Confcommercio e consigliere di LarioFiere)

moderati da Silvio Oldani (Direttore di LarioFiere)

e con la partecipazione straordinaria di Davide Van De Sfroos.

Durante l’incontro il cantautore e scrittore laghée ha presentato in anteprima il video del nuovo singolo, feat. Zucchero FornaciariOH LORD, VAARDA GIO’, con la regia di Dario Tognocchi.

Ne abbiamo parlato qui:

VIDEO “Oh Lord, Vaarda Gio’” è un capolavoro. Signore e signori, Davide Van De Sfroos è tornato ed è grande

“L’incontro, quindi, rafforza e amplia l’idea già espressa nei giorni scorsi di “raccontare le storie del Lario” con Davide Van De Sfroos naturale e storico “promotore” e narratore del territorio”, dicono da Villa Erba.

Filippo Arcioni (Presidente di Villa Erba S.p.A.) commenta così l’incontro: “Oggi a Venezia è stato lanciata l’idea di sviluppare un progetto sostenuto dalla Camera di Commercio Como – Lecco per valorizzare le competenze disponibili sul territorio, per favorire l’arrivo di produzioni cinematografiche e per ideare e scrivere nuove sceneggiature legate alle storie del lago. Bellezza, storia e professionalità sono le armi vincenti per il cinema del nostro Lario, in un ponte ideale tra Como e Lecco”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo