RADIO COMOZERO

Ascolta la radio
con un click!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Economia

Il grafene della Directa Plus di ComoNext nei 250 km di nuovo asfalto della Milano-Torino

Directa Plus, azienda con sede nel polo tecnologico di Lomazzo ComoNext e leader nella produzione e fornitura di prodotti a base di nanopiastrine di grafene, ha firmato un nuovo contratto per il rifacimento del manto stradale del tratto Milano-Torino dell’autostrada A4 lungo 250 km.

Si tratta di un asfalto innovativo, sostenibile, resiliente e sicuro per la tratta autostradale A4 Torino-Milano, gestita dal Gruppo ASTM (secondo operatore di strade a pedaggio nel mondo): sarà realizzato con grafene G+ e plastiche dure riciclate appositamente selezionate (es. giocattoli, cassette della frutta, cestini) e con il riutilizzo del 70% del fresato proveniente dalla pavimentazione esistente, riducendo così l’utilizzo di nuovi aggregati naturali solo al 30%. I lavori interesseranno entrambe le direzioni per un totale di 250 km.

La presenza di G+ in Gipave garantirà una maggiore resistenza e una maggiore durata della strada. Inoltre, il progetto offrirà notevoli benefici ambientali: il consumo di energia sarà ridotto di 90 milioni di kilowattora (equivalente al consumo annuale di 30.000 famiglie) e le emissioni di CO2 saranno ridotte di 18,4 milioni di chilogrammi (equivalenti alla capacità di assorbimento di 115.000 alberi).

Gipave contiene il grafene G+ dell’azienda ed è stato sviluppato da Iterchimica con il supporto di Directa Plus ed è il risultato di un programma di ricerca triennale con un brevetto depositato nel 2017. Il prodotto utilizza rifiuti plastici che normalmente non verrebbero riciclati e l’asfalto che contiene Gipave può essere a sua volta interamente riciclato, promuovendo l'”economia circolare”, che riduce i rifiuti e la necessità di nuovi materiali.

Giulio Cesareo, fondatore e amministratore delegato di Directa Plus, ha commentato: “Directa Plus ha sostenuto il partner Iterchimica sia in Italia sia nel Regno Unito fin dall’inizio del progetto dell’asfalto al grafene Gipave®. Siamo particolarmente orgogliosi di aver assistito il nostro partner nell’evoluzione di questa applicazione dai progetti dimostrativi delle sezioni di prova a significative applicazioni industriali complete di supermoderatori per asfalto potenziati con G+® su autostrade ad alta percorrenza, garantendo impatti positivi per l’ambiente e le comunità locali”.

Federica Giannattasio, Amministratore Delegato Iterchimica, ha dichiarato: “Dopo 6 anni di ricerca e sviluppo e numerosi tratti di prova in Italia e all’estero che hanno dimostrato le performance tecniche e ambientali di questa tecnologia, siamo estremamente orgogliosi di contribuire insieme al Gruppo ASTM al rifacimento dell’autostrada A4 Torino-Milano, che diventerà così la prima autostrada hi-tech, sicura e sostenibile d’Europa. I lavori sono realizzati grazie alla tecnologia brevettata da Gipave e al nostro know-how, che abbiamo messo a disposizione di ASTM per consentire al principale collegamento stradale del nord-ovest italiano di raggiungere questo prestigioso risultato. Questo progetto, che rappresenta un primo passo, ci rende molto orgogliosi e pone l’Italia all’avanguardia e in linea con gli obiettivi di transizione ecologica fissati dall’Agenda 2030 dell’ONU. Il risparmio ambientale è senza precedenti, raggiungendo riduzioni delle emissioni fino al 38,5% rispetto alle tecnologie di manutenzione tradizionali. Ringraziamo il nostro partner grafene Directa Plus che ha lavorato al nostro fianco fin dall’inizio di questo percorso”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
TAG ARTICOLO:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo