Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Politica

Canova: “Io, ignorata e non considerata dal sindaco. Forza Italia in aula solo per amore di Como”

L’emergenza Coronavirus ha assunto dimensioni e gravità tali che anche le divisioni politiche passano in secondo piano. Non fa eccezione il Comune di Como, dove pure è nota la devastante spaccatura tra Forza Italia da un lato e il resto del centrodestra dall’altro, sindaco incluso.

Mario ha fatto breccia, Forza Italia in Consiglio “per responsabilità”. Lettera dalle opposizioni: “Presenti”. Rapinese non firma ma ci sarà

E infatti – forse anche sulla scia dell’appello rivolto pubblicamente dal primo cittadino Mario Landriscina (link qui sopra) – questa sera il gruppo forzista, polemicamente assente dalle sedute nelle ultime quattro serate consecutive, è tornato al proprio posto nella sala dell’assemblea cittadina.

Pace fatta e frattura ricomposta, peraltro nella sera dedicata al bilancio comunale? Non proprio. O forse addirittura nient’affatto.

Le parole pronunciate – anche per il resto degli esponenti azzurri – dalla giovane consigliera Elena Canova a inizio serata sono eloquenti.

“Como, la Lombardia e il mondo intero stanno vivendo un momento drammatico: è stato chiesto a ognuno di noi di limitare la propria libertà, di rinunciare alla scuola e al lavoro – ha premesso Canova – A chi amministra spetta il compito di sostenere i propri cittadini sotto ogni aspetto, ed è per questo che oggi siamo qua”.

Poi, però, il chiaro segnale che la tregua speciale non deve essere scambiata soprattutto dal sindaco Landriscina come una pace di lunga durata.

“Non si tratta di sostenere o meno il sindaco, da cui mi sono sempre sentita ignorata e non considerata – ha detto con durezza Elena Canova – ma di sostenere totalmente la nostra città. Di fronte anche alle straordinarie misure adottate per garantire questo consiglio comunale, abbiamo deciso di esserci oggi. Ma, ripeto, questo solo nei confronti della nostra città che amo, che amiamo profondamente e che viene prima di ogni altra questione”.

Resta da capire, ad ogni modo, se la presenza in aula degli esponenti di Forza Italia equivarrà anche a un voto positivo sul bilancio, tenendo presente che un’eventuale bocciatura spalancherebbe le porte a elezioni anticipate.

2 Commenti

  1. Signorina Canova, faccia il suo dovere insieme ai suoi colleghi e adotti tutti i provvedimenti che servono al benessere dei suoi concittadini, oggi non è tempo di polemiche ma delle responsabilità!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti: