Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Politica

Coronavirus, Erba (M5S) contro Fontana: “Quanto ci costerà la propaganda con la mascherina?”

Scoppia la polemica sulla comunicazione video del presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, sulla decisione di porsi autonomamente in quarantena dopo la notizia che una sua stretta collaboratrice era risultata positiva al Coronavirus.

L’immagine del numero uno di Palazzo Lombardia che indossava la mascherina ha effettivamente suscitato subito numerose reazioni e ora è il consigliere regionale del Movimento Cinque Stelle, Raffaele Erba, a rilancia dubbi e attacchi politici.

Notizia importante

🔴 Notizie importanti, sono in diretta dall’ufficio a Palazzo Lombardia.Una collaboratrice del mio staff è risultata positiva al #Coronavirus. Oggi abbiamo quindi eseguito il test sia io che il resto della mia squadra e, fortunatamente, al momento risultiamo negativi. Questo comporterà per noi, come per tutti i cittadini in questa situazione, un periodo di auto-quarantena di 14 giorni.

Pubblicato da Attilio Fontana su Mercoledì 26 febbraio 2020

“La comunicazione del Presidente Fontana ha creato inutilmente tensione in un momento nel quale aziende e cittadini hanno bisogno di messaggi coerenti e univoci – scrive Erba – Quando ci costerà questa trovata mediatica? Quale sarà il ritorno di immagine per la nostra regione e per il nostro Paese all’estero?”.

“Abbiamo ribadito e lo ripetiamo anche ora il nostro immenso grazie a tutti i Lombardi che stanno dando grande esempio di sacrificio, solidarietà e pazienza e a tutto il personale medico, della protezione civile, il personale delle istituzioni, dei volontari e delle aziende che sono in sofferenza – aggiunge il consigliere regionale Cinque Stelle – Stiamo agendo in stretta collaborazione con Roma e con un’interlocuzione costante tra forze politiche di maggioranza e opposizione a tutti i livelli”.

“Quanto all’amministrazione regionale – conclude Erba – chiediamo che il Presidente Fontana mantenga un atteggiamento consono alla gestione dell’emergenza. Comprendiamo le difficoltà amministrative del momento, ma la diffusione di messaggi fuorvianti non aiuta i cittadini ad affrontare la crisi con i nervi saldi e la giusta neutralità. La propaganda, e la valutazione delle responsabilità, lasciamola per il dopo emergenza. Alla dipendente di Regione Lombardia, a tutti coloro che hanno contratto il virus e ai loro familiari va la nostra vicinanza e i nostri auguri per una pronta guarigione”.

CORONAVIRUS: TUTTE LE INFO UTILI A COMO E IN LOMBARDIA

2 Commenti

  1. Il virus è democraticamente democratico, non fa scelte di censo e di valore umano: per lui siamo tutti uguali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti: