Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Politica

Curriculum e nomine, Nessi: “Scelte non motivate, il sindaco spieghi”. I nomi nel mirino

Il consigliere di Svolta Civica, Vittorio Nessi, va all’attacco sulla fresca ondata di nomine nelle società partecipate da parte del sindaco Mario Landriscina. Due i capisaldi su cui fonda l’interrogazione appena depositata. Da un lato, la delibera del settembre 2017 con il consiglio comunale di Como approvò gli indirizzi per la nomina, la designazione e la revoca dei rappresentanti del Comune di Como in organismi di enti, aziende e istituzioni. 

E poi, nello specifico, l’articolo 3 del documento, dove vengono indicati quali requisiti professionali propedeutici a tali nomine “qualità e competenze adeguate alle specifiche caratteristiche del ruolo da ricoprire, emergenti dai titoli di studio conseguiti o da esperienze lavorative professionali o di responsabilità nel settore pubblico o in quello privato per almeno 5 anni o da incarichi accademici pubblicazioni o da attività di impegno civile e sociale”.

Comune di Como

“Ma i decreti di nomina sono privi di motivazione – dice Nessi – in quanto affermano genericamente che i soggetti nominati sono in possesso dei requisiti generali e specifici richiesti per l’incarico richiesti dall’articolo 2 e 3 della delibera di indirizzo. Inoltre i decreti dovrebbero indicare, nello specifico, il possesso delle qualità e delle competenze adeguate alle specifiche caratteristiche del ruolo da ricoprire. Peraltro lo stesso articolo 3 definisce che la competenza e la professionalità devono essere desumibili dal curriculum vitae”.

Da qui, dunque, le domanda posta al sindaco per sapere “quali siano, nel dettaglio, le qualità e competenze adeguate alle specifiche caratteristiche del ruolo da ricoprire riscontrate nei curriculum di ciascuno dei suddetti cittadini, nominati dal sindaco di Como in seno a organismi di enti, aziende e istituzioni”. E poi la richiesta di “integrare i decreti di nomina dei suddetti soggetti con motivazioni complete ed esaurienti che giustificano tali nomine e con i curriculum di ciascun nominato”.

A titolo informativo, le nomine su cui Nessi chiede lumi sono le seguenti:

Avv. Lucio Levi – Como Servizi Urbani
Dott. Marco Rezzonico, Nicoletta Molinari e Raffaele Garzone – Acsm-Agam Spa
Marco Valente e Raffaele Termine – AEVV Impianti Srl
Dott. Andrea Bernasconi – Como Calor Spa
Marco Brambilla e Alberto Tolentino – Lario Reti Gas Srl
Luigi Corbella e Antonio Moglia – Varese Risorse Srl
Giuseppe Castelli, Marco Migliorini, Nicoletta Sanguinetti – Fondazione Alessandro Volta
Andrea Racheli – SPT Holding Spa
Gianmarco Beccalli, Elena Canevari, Rossana Canzani, mario Molteni, Gianfranco Tagliabue, dott. Giuseppe Molteni – Fondazione Ca’ d’Industria

2 Commenti

  1. Competenze? scambio di favori, appoggi in campagna elettorale, amici di amici, equilibri tra partiti, etc. etc. tutto il peggio che la politica può fare, condensato in alcuni nomi imbarazzanti. Andate, andate a vedere i CV su Linkedin di qualcuno di questi personaggi. IMBARAZZANTI !!! Su Linked In visto che sul sito del comune non sono ancora stati aggiornati. http://www.comune.como.it/it/comune/societa-partecipate/-Curricula-soggetti-nominati-designati-in-rappresentanza-dellamministrazione.html

  2. Bravo Vittorio, esaminare le competenze richieste per quelle nomine , aprirà nuove prospettive di qualità in una Como bloccata in dinamiche distruttive .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab