Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Politica

VIDEO Meloni: “So tutto di Como, Molteni ha tutte le qualità della città. Landriscina? Va ringraziato”

“Como è una sfera di cristallo dove si possono vedere delle vere eccellenze italiane. Vanno preservate e sviluppate e Giordano è l’uomo ideale, scelto, questo è un vanto, proprio da noi di Fratelli d’Italia. Fatto fortemente voluto”.

Con queste parole Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, oggi in città per sostenere il candidato di centrodestra, ha voluto incominciare a parlare di Como. La leader di Fratelli d’Italia è arrivata stamattina all’Hotel Metropole Suisse accolta dal deputato Alessio Butti (che ha sollecitato un comizio in piazza prima del voto) dal coordinatore provinciale Stefano Molinari e dal candidato sindaco Giordano Molteni. Meloni ha subito sottolineato come “il centrodestra a Como sia compatto. E sono molto contenta che il nome di Molteni sia arrivato su indicazione di Fratelli d’Italia”.

Ha poi aggiunto: “Questa è una città molto particolare che risponde a molte delle materie sulle quali Fratelli d’Italia si è distinta in questi anni: eccellenza, marchio, lavoro sul turismo, c’è molta corrispondenza e pensiamo di poter fare qui un ottimo lavoro. E’ normale perché è naturalmente il centrodestra, compatto e alternativo alla sinistra. Dinamica più difficile a livello nazionale con i partiti del centrodestra in parte al governo e in parte all’opposizione. Io credo si debba stare in questa metà campo”.

“So tutto di questa città, canto anche le canzoni di Van De Sfroos e so che abbiamo deciso di esprimere qui uno dei nostri candidati proprio per le peculiarità del posto. E Molteni ha tutte le caratteristiche. Ha esperienza amministrativa, ha capacità di ascolto, è tenace con una forte disciplina, non per niente è un maratoneta”, ha proseguito la leader di Fratelli d’Italia.

Spostandosi ad analizzare la realtà locale è stata altrettanto chiara: “Se guardo nella sfera di cristallo qui vedo la bellezza dei luoghi che sono diventati un marchio di fama mondiale. Qui c’è poi l’Italia operosa, l’università diffusa. Qui c’è inoltre il delicato rapporto, da sviluppare, della vicinanza con la Svizzera su cui impegnarsi. Como insomma deve essere un vero laboratorio che mostri come ogni parte d’Italia debba lavorare per svilupparsi e amare sè stessa sviluppando le proprie capacità. Qui a Como c’è tanto su cui investire”.

Si è poi inevitabilmente passati a parlare del perché, nel centrodestra, dopo cinque anni di Governo si sia deciso di cambiare nome e non affidarsi ancora a Mario Landriscina: “Sinceramente penso che si debba ringraziare il sindaco uscente per quanto fatto. Ora si potrà sicuramente migliorare e andare avanti su quanto avviato. Nessuna polemica, una scelta ponderata”.

Giordano Molteni ha ringraziato la leader di Fratelli d’Italia per il sostegno: “E’ un’emozione conoscere la leader che mi sta a fianco, tutti i cittadini mi dicono che vogliono vedere rinascere questa città. E noi assieme le faremo ripartire, dalle cose piccole fino a guardare poi al futuro”.

Infine Meloni – omaggiata di un foulard dal consigliere e imprenditore tessile Matteo Ferretti – ha salutato la città annunciando un suo ritorno per un comizio in piazza.

4 Commenti

  1. Grazie pe’questo fazzoletto de cotone leggerissimo colorato, tenevo giusto er naso nfrascicato…. prrrrr
    Oh, no, era de lino, ma che era na tovajjetta?

  2. Mi piacerebbe sapere per cosa bisogna ringraziare Landriscina…
    Come al solito è venuta a dire quello che gli hanno detto di dire…..
    Meno male, che almeno a Como sono al capolinea. Povero Molteni, anche lui verrà tritato dal sistema….

  3. Ma la Meloni ha fatto un giro in città? Perché lo stato di degrado è sotto gli occhi di tutti ma forse la Meloni non si è accorta!

  4. Allora sa tutto di Como bene. Ringrazia Landriscina per l’ottimo lavoro. “Si potrà migliorare” eufemismo peggio è difficile (forse solo con l’eterno candidato Canta). Canta V.d.S. (ma sa che cosa significa?). Neanche Butti capisce il dialetto dei laghee.
    Farà il comizio come Almirante negli anni ’60 ? Non è cambiato nulla.
    Progetti = 0 Creatività = 0 Sviluppo = 0 Cura delle persone =0
    Ma sono tutti d’accordo ? non sembrerebbe chiedere a Lega a Forza Italia
    Va bene un pranzo non si nega a nessuno, visto il suo c.v. che attività ha svolto? Nessuna, nessuna, e poi nessuna. Come per il felpa mai lavorato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo