RADIO COMOZERO

Ascolta la radio
con un click!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Attualità, Politica

VIDEO La comasca Locatelli ministro nel governo Meloni: ecco il giuramento davanti a Mattarella

AGGIORNAMENTO DEL 22 OTTOBRE – IL VIDEO DEL GIURAMENTO

Il governo di Giorgia Meloni (sotto la lista dei ministri) ha giurato stamattina davanti al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Abbiamo estrapolato dal video ufficiale del Quirinale il momento della comasca Alessandra Locatelli:

Oppure il video integrale: la potete trovare al minuto 10.30.

AGGIORNAMENTO 18.30

Dopo un messaggio, la neo-ministro ha richiamato al volo la redazione per le primissime parole a caldo. “Ovviamente sono felicissima – ci ha detto – e non vedo l’ora di iniziare a lavorare. Voglio avviare un confronto con tutte le associazionie tutto il Terzo Settore come ho fatto in Lombardia. Al centro del mio lavoro c’è la qualità della vita delle persone diversamente abili e delle loro famiglie”.

Al di là delle indiscrezioni di queste settimane, quanto sapeva della nomina in via definitiva? E’ vero che è partita al volo ieri sera per la Capitale?
Sono a Roma per un congresso Annfas, domattina sarò relatrice. Ovviamente sapevo dell’ipotesi, lo hanno scritto tutti. Sono stata come sempre a disposizione e, ovviamente, ho parlato nei giorni scorsi con Matteo Salvini ma l’ufficialità l’ho avuta alla lettura della lista dei ministri.

Ovviamente si dimetterà dal Consiglio comunale di Como.
Sì, certo.

Locatelli lascerà anche la giunta regionale di Attilio Fontana dove è assessore. Il governo giurerà domani, sabato 22 ottobre. Qui sotto una brevissima biografia politica di Locatelli.

AGGIORNAMENTO – 17.55

Adesso è ufficiale, come da pronostici la comasca Alessandra Locatelli (Lega) è Ministro della Disabilità del governo di Giorgia Meloni.

Nata a Como il 24 settembre 1976, è laureata in Sociologia ed è educatrice specializzata in disabilità psichica. E’ stata eletta consigliere comunale a giugno 2017 con il sindaco Mario Landriscina ne divenne vicesindaco e assessore ai Servizi Sociali. Eletta poi nel marzo 2018 in parlamento. Il 10 luglio 2019 è diventata ministro per la Famiglia e le Disabilità nel governo Conte I. L’8 gennaio 2021 è poi diventata assessore alla Famiglia e Solidarietà Sociale, Disabilità e Pari Opportunità nella giunta regionale Lombarda di Attilio Fontana. A fine giugno 2022 è stata eletta consigliere comunale a Como, sui banchi delle minoranze.

In attesa di sentirla qui l’intervista in occasione della prima elezione in Parlamento (6 marzo 2018): Locatelli, nuovo astro padano a Montecitorio: “Resto vicesindaco. La Lega? E’ sempre Lega Nord”

ECCO LA LISTA COMPLETA DEI MINISTRI

ECONOMIA: Giancarlo Giorgetti

ESTERI e VICEPREMIER: Antonio Tajani

DIFESA: Guido Crosetto

INTERNO: Matteo Piantedosi

GIUSTIZIA:  Carlo Nordio

IMPRESE E MADE IN ITALY (EX SVILUPPO ECONOMICO): Adolfo Urso

TRANSIZIONE ECOLOGICA: Paolo Zangrillo

PUBNBLICA AMMINISTRAZIONE.:  Gilberto Pichetto Fratin

INFRASTRUTTURE E VICEPREMIER: Matteo Salvini

POLITICHE AGRICOLE:  Francesco Lollobrigida

RIFORME: Elisabetta Casellati

AFFARI REGIONALI E AUTONOMIE: Roberto Calderoli

RAPPORTI CON IL PARLAMENTO: Luca Ciriani

UNIVERSITA’ E RICERCA: Anna Maria Bernini

LAVORO E POLITICHE SOCIALI:  Marina Calderone

BENI CULTURALI:  Gennaro Sangiuliano

FAMIGLIA E NATALITA’: Eugenia Roccella

DISABILITA’:  Alessandra Locatelli

SPORT E POLITICHE:  Andrea Abodi

SALUTE: Orazio Schillaci

ISTRUZIONE E MERITO: Giuseppe Valditara

TURISMO: Daniela Santanchè

AFFARI EUROPEI E PNRR:  Raffaele Fitto

MARE E MEZZOGIORNO: Nello Musumeci

09.19 – Sembra ormai pressoché definita la lista dei ministri del prossimo Governo Meloni. Oggi è il giorno della leader di Fratelli d’Italia che si recherà dal presidente della Repubblica, Serio Mattarella, per le consultazioni. E tutte le indiscrezioni sembrano indicare la concreta possibilità che, come minimo, Como torni ad avere almeno uno o due ministri.

Rispetto alla indicazioni dei giorni scorsi, sembra consolidarsi decisamente il nome dell’ex vicesindaco di Como, nonché attuale consigliere della Lega a Palazzo Cernezzi e assessore regionale a Disabilità e Famiglia, Alessandra Locatelli. I rumors, sempre più forti, danno Locatelli ormai pressoché salda come prossima titolare del dicastero alla Disabilità, come già accadde (sebbene per brevissimo tempo) nel governo gialloverde. Il Corriere della Sera la indica con certezza nella lista odierna, data per chiusa. Sembrerebbe dunque battuta la concorrenza della meloniana Isabella Rauti.

Per quanto riguarda l’altro papabile della vigilia, il deputato di FdI Alessio Butti, resta in lizza per il ministero dell’Innovazione tecnologica, prima in mano a Vittorio Colao.

Per le ufficialità, in un senso o nell’altro, bisognerà aspettare almeno fino a domani, quando è presumibile che – salvo ulteriori terremoti nel centrodestra, visti quelli innescati negli ultimi giorni da Silvio Berlusconi – Meloni possa ricevere ufficialmente l’incarico di formare il nuovo governo dal presidente della Repubblica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

26 Commenti

  1. Hai ragione Abundius. L’ equilibrio sta nel mezzo. Per non ripetere gli errori bisogna giustamente tenere a mente cosa hanno combinato prima e poi andare avanti.
    Spediti e decisi, ma specialmente veloci con un programma di obiettivi e scadenze ben precise. Così vediamo subito.
    Il più esilarante è stato sicuramente il SignorG.
    Speriamo che tutti abbiamo la comprensione cognitiva di capire i commenti.
    E’ importante imparare a farsi ascoltare come imparare a capire gli altri.
    I commenti che interessano sono questi. Grazie Abundius. Condivido le ragioni di Bobo e la mano tesa verso Mario+.
    Corretto e sano è esprimere disaccordo in modo educato a chi si espone a scrivere il proprio parere.

  2. E’ vero, quanti soldi dei contribuenti sono stati sprecati…!

    ….ma SuperSuperMario+++….tu che leggi ComoZero, ben presente, attento e pronto a commentare:
    “La Finanza di Menaggio scopre 5 lavoratori in nero. Uno percepiva anche il reddito di cittadinanza recente articolo del 29/09/2022”
    Ma non solo questo articolo ci sono stati infinità di casi.
    Non lo dico io che tanti con il reddito ci hanno marciato in tutti i modi!!!

    Non sentirti tirato in causa, non devi dimostrare niente a nessuno. Ognuno di noi può pensare un po’ diversamente, specialmente se I FATTI parlano. Per questo nessuno dev’ essere offeso o sentirsi offeso.

    Dai, Dai che andando avanti così alla fine diventeremo amicooooooni! Ahahah.

  3. E’ vero, l’alto profilo e il nuovo che avanza….ha avanzato i banchi a rotelle, monopattini e tante belle idee … con i soldi dei contribuenti!
    Abbiate il pudore di moderare i termini verso chi si muove fiducioso per affrontare le emergenze, ma anche macerie! A voltarsi indietro c’è da mettersi le mani nei capelli!
    Complimenti e buon lavoro a Alessandra Locatelli e gli altri Ministri.

    1. È vero: prima di dire che questi sono MEGLIO dei precedenti bisogna vederli al lavoro. E speriamo che Locatelli non si occupi di elemosina e mimose.
      Quanto a macerie e scorie varie, vogliamo dire che il Caimano non ne ha lasciate? Io consiglierei al nuovo governo di non perdere tempo a polemizzare con il passato (vedi sindaco di Como), altrimenti chissà fino a quando dobbiamo risalire, ma di mostrare se è capace di fare qualcosa nel presente. E velocemente.

  4. Questi sono arrivati ieri? Ma un bel manipolo di loro arriva dal 2008… E quanto all’alto profilo, vabbè. È proprio il nuovo che avanza: speriamo che Silvio non abbia già finito le sue cartucce, che ci divertiamo.

  5. Scigueta … dabun …hai ragione !
    SuperMario+, ti crediamo sulla parola come NON percettore del reddito, nostalgico della Bellanova e di Di Maio.
    Buona domenica a tutti e CONGRATS alla Locatelli che è il tema di questo articoloooo!
    Sapete che c’è? Che i precedenti sappiamo già come hanno lavorato e questi sono i risultati, questi sono appena arrivati IERIIIII, non si sa ancora, quindi stiamo a vedere!
    Chi si infervora contro già adesso… ha qualcosa che non va, ahahaha, mettetevi a posto a seguire l’ evolversi della situazione….poi si parlerà. Ciao neeeh!
    Congrats, Congrats, Congrats alla Locatelli!

    1. SuperBobo : chi è orgoglioso di un personaggi del genere si abbassa al suo misero livello. Congratulazioni.
      Ps, se vuole controllare la mia situazione lavorativa sono a sua disposizione.

  6. aahahah ….quando si toccano nervi scoperti….
    comunque chi riceve una proposta di lavoro onesto lo DEVE accettare e non prendere soldi dallo Stato per rifiutarlo! Questo è chiaro! O spero diventerà presto ancora più chiaro nei fatti.

    1. Da NON percettore del reddito di cittadinanza contesto il fatto che “qualcuno” speri di tornare al caporalato , altro che proposte “oneste” . Questo è chiaro?

  7. Daniela Santanchè? Omonima di quella che alla testa di imprese di turismo ed editoriali in prefallimento e sotto l’occhio delle procure? Ha a saperlo….

  8. Dalla Daniela Santanchè mi aspetto che “sostituisca” il reddito di cittadinanza mandando a fare i camerieri quelli che hanno rifiutato questo lavoro fino adesso!!!!
    Per il resto c’è sempre chi rimpiange pure il governo Monti e la Fornero.
    Chi piange per Di Maio. Si duole per Speranza. Si rammarica per Toninelli.
    Ognuno è libero di votare, simpatizzare per chi vuole.
    L’ importante è che si lavori per l’ interesse della nazione e funzioni, che i soldi non vengano “buttati” e non si “pretendano” sempre dagli stessi. Per ora hanno “munto” sempre dai cittadini lavoratori ai quali nessuno ha mai regalato niente!

    1. Vada lei a fare il cameriere per un tozzo di pane!
      Quanto alla ministra comasca : spero duri come l’altra volta , ha portato bene….

  9. Stendiamo un velo pietoso. Altro che alto profilo. Passare dal governo Draghi a questo pateracchio di post fascisti è una vera disgrazia

  10. E c’era pure chi si chiedeva perché il governo Draghi era definito il “governo dei migliori”….. 😊

  11. Ministero dell’Innovazione Tecnologica : da Vittorio Colao (laurea in economia aziendale alla Bocconi, MBA ad Harvard e tanto altro) al perito tessile Alessio Butti.
    Mi sembrava di aver capito che sarebbe stato un governo di più alto profilo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo