Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Politica

Pista ciclabile in via Mentana, un ultimatum da Forza Italia: “Non salti un solo posteggio”

La questione, per ora, si è un po’ allontanata sull0 sfondo. Da un lato, perché Regione Lombardia – per questioni tecniche e burocratiche – ha appena imposto al Comune di Como una nuova approvazione dell’intero progetto definitivo entro una ventina di giorni (cinque lotti complessivi).

Dall’altro perché – in risposta a Confesercenti che grida al tentativo di uccisione definitiva del Mercato Coperto – l’assessore alla Mobilità Vincenzo Bella ha ripetutamente garantito che saranno apportate modifiche e cambiamenti tali da evitare qualsiasi sconquasso.
Sta di fatto che l’ipotesi che un troncone della maxi pista ciclabile che va sotto il nome di “Dorsale urbana-Via dei Pellegrini” passi lungo tutta via Mentana potenzialmente sacrificando 93 posti auto continua a far discutere e a suscitare opinioni contrapposte.

Ad alimentare il dibattito oggi interviene il consigliere comunale di Forza Italia, Enrico Cenetiempo, che per sua stessa ammissione dà un altolà – per ora singolo, si vedrà se condiviso con gruppo e partito – alla cancellazione anche di un solo stallo blu.

“Un ultimatum? Sì, per quanto mi riguarda possiamo anche chiamarlo così – dice Cenetiempo – Il mio, al di là di qualsiasi altro ragionamento, è un no anticipato e tassativo a qualsiasi ipotesi di pista ciclabile che cancelli i posteggi in via Mentana. Su questo non sono disposto a mediazioni”.

Evidentemente, nemmeno le rassicurazioni di Bella su possibili tracciati alternativi hanno fatto breccia nel forzista.

“Non devono esistere spiragli – sottolinea – il Mercato Coperto vive della qualità dei suoi operatori ma nello stesso modo dei parcheggi per la clientela. Cancellarne anche uno solo sarebbe un errore enorme, si andrebbe a danneggiare una struttura storica e di eccellenza che già lotta contro centri commerciali, supermercati e altre migliaia di offerte concorrenti”.

“Vanno benissimo le ciclabili, per carità – conclude il consigliere di Forza Italia – Ma devono costituire un’offerta in più per la mobilità cittadina, non andare a danno delle altre. E cancellare i posti auto per chi va al Mercato sarebbe una follia senza senso. Dunque il mio è un no categorico e mi aspetto che anche la giunta, che ha sempre difeso la struttura di via Mentana e si è spesa per aumentare gli spazi di sosta in città, modifichi il progetto per non cancellare nemmeno una striscia”.

Entro 20 giorni circa, quando – su invito della Regione – Palazzo Cernezzi presenterà il progetto complessivo dei 5 lotti per andare poi in appalto, si vedrà.

Un commento

  1. Ma perché non riaprire Piazza San Fedele al traffico e far parcheggiare le auto di fronte al bar di Cenetempio? Almeno ci sarebbero più posteggi! Quanta miopia. Le piste ciclabili servono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab