RADIO COMOZERO

Ascolta la radio
con un click!

Politica

Venerdì sera, sul lungolago turistico di Como i bidoni traboccano di rifiuti. E la consigliera gira il video

Musica allegra, immagini meno. La consigliera comunale della Lega, Elena Negretti, ha voluto sottolineare soltanto con una breve colonna sonora – ma lasciando parlare le immagini – la situazione del lungolago di Como ieri sera, venerdì 5 luglio. Un breve reportage lungo la passeggiata turistica, dove però i bidoni dei rifiuti collocati dal Comune erano traboccanti di spazzatura, pieni fino all’orlo e in alcuni casi con una “corona” di plastiche e cartacce già a terra.

Tanto che, come unico corredo oltre alla musica, nel video appare ripetutamente una scritta in sovrimpressione rivolta a Palazzo Cernezzi: “I contenitori dei rifiuti sono pieni, qualcuno dell’amministrazione può provvedere?”, con due hashtag a corredo #comocittàturistica e #comocittàunesco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

19 Commenti

  1. Sig.ra Allegretti dovremmo riempire la città di contenitori della spazzatura per ospitare i turisti lanzichenecchi?
    Voi politici comaschi avete fagocitato l’overtourism
    con manifestazioni carnevalesche estive e natalizie in questi anni perché i commercianti piangevano.
    Adesso la colpa è di Rapinese!
    Mi faccia il piacere!!
    Si faccia una bella foto in Ticosa!

  2. Spiace vedere come una persona di grande intelligenza e capacità svilisca le proprie qualità militando in una forza politica che fa della cialtroneria l’unica forma di comunicazione. Rimane però il fatto che chi è ancora è dotato di un minimo sindacale di senso civico quando non trova contenitori o li trova strapieni non abbandona i propri rifiuti ma li porta a casa, dove potranno felicemente essere smaltiti e persino differenziati.
    Nessuna amministrazione, anche la più efficiente (e non è certo il nostro caso anche se abbiamo visto tempi peggiori) può controllare i comportamenti deleteri delle masse turistiche, che però arricchiscono gli operatori del settore che finanziano campagne elettorali e votano……..

  3. Potrei far notare che nei boschi o in tante località di mare e turistiche NON ci sono cestini dei rifiuti. Non per questo il turista butta i rifiuti a terra, tutt’altro: li mette in un sacchetto e li butta, differenziandoli, laddove si può.
    Nessuno è stato scout?

  4. Se si q aumentano i passaggi per svuotare i cestini probabilmente il costo del contratto con l’impresa di pulizia sarà maggiore, aumento della tari e reclami dei cittadini

  5. Domanda: se è una consigliera che bisogno ha di fare questo video? Non era meglio attivarsi secondo consuetudine. È ovvio che l’eccesso di turismo causa anche questo. In tanti, visto I prezzi praticati in Bar e Ristoranti, preferiscono rifornirsi ai supermercati con quel che ne consegue. Appare ovvio che si dovrebbe prendere in considerazione anche svuotamento e pulizia più costante per ovviare alle problematiche.

    1. Egr.Sig. Sergio,
      Lei pensa che in Consiglio Comunale i rappresentante dell’opposizione vengano ascoltati? Qui di l’unica possibilità di veicolare un messaggio e’ fare video e girare alla stampa. D’altronde questo era il metodo (in modo più incivile) di un rappresentante della minoranza nelle passate legislature.

    2. Ma la Negretti non ha altro da fare ??????
      Come mai quando era Assessore non faceva le riprese vicino ai cestini ?

      1. Già ha perfettamente ragione. Ma penso sia già campagna elettorale!!!! Se la cosa la disturbava tanto poteva invece di perdere tempo a girare il video cambiare i sacchetti dei cestini pieni !!!!!

  6. Ci sarebbe anche la questione, non secondaria, di differenziare questa mostruosa massa di rifiuti che ogni giorno viene “prodotta” dall’overturism…
    ma per affrontarla ci vorrebbe tutta un’altra sensibilità, ambientale, che nemmeno l’autrice del video qui pone…

  7. I cestini dell’immondizia sono troppo pieni per due motivi. Il primo perché la frequenza dello svuotamento non è sufficiente per le necessità. Il secondo perché sono troppo pochi i cestini collocati sul lungolago. Sul primo motivo Rapinese Sindaco ha le sue responsabilità, sul secondo motivo le condivide con la Giunta precedente, di cui faceva parte l’esponente della Lega, che, non dimentichiamo, in cinque anni non ne ha imbroccata una. Neppure di straforo.

  8. L’ho scritto già milioni di volte, una carta di caramella me la metto in tasca ma il cono del gelato no. Le soluzioni sono: 1. Più bidoni e cestini-2. Svuotarli più spesso-3.Metterli più capienti.
    Difficile, vero?

    1. Sicuri che siano “turisti”
      C’è molta più inciviltà in provincia. Vedesi i sabati
      Città inondata da “italiani” non residenti. PS portano a casa i rifiuti?????????

    1. Sia mai!! Poi ci si lamenterebbe per i rumori causati dagli addetti. Già ora si lamentano perché passano la mattina presto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo