Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Punti di vista

Minussi e 21 donne, appello per Minghetti: “Seria e capace, ha una visione della città e sa ascoltare”

Parte da Paola Minussi – musicista, scrittrice, docente a Basilea dove insegna chitarra classica alla Musik Akademie der Stadt Basel – un appello pubblico alla città a favore di Barbara Minghetti, la candidata sindaco del centrosinistra.

“Ma in realtà – precisa subito – siamo in molte a rivolgerci alla città con questo appello per Barbara Minghetti. Siamo tutte donne, è evidente, e apparteniamo a mondi diversi della cosiddetta società civile. Le nostre provenienze, le nostre professioni, le nostre passioni sono traversali. Eppure ci siamo tutte ritrovate nelle parole che ho avuto il piacere di mettere su un foglio per parlare alla Como che domenica 26 giugno sarà chiamata a una scelta importantissima”.

“Ci sono ragioni profonde, belle e attualissime che ci danno la forza e la voglia di rivolgerci alle donne di Como perché votino Barbara Minghetti e le consentano di guidare la nostra città – prosegue illustrando l’iniziativa, che domani alle 18.30 in piazza Martinelli avrà anche un momento di incontro e confronto – Lo chiediamo con il cuore dal mondo delle professioni, della cultura, della formazione, dell’assistenza, del volontariato, dell’imprenditoria, della scuola e dell’università. Lo chiediamo semplicemente, senza retorica. Lo chiediamo serenamente”.

Di seguito, l’appello per Minghetti e le firmatarie.

Il prossimo 26 giugno voterò Barbara Minghetti e vi invito a fare altrettanto. Voterò Barbara non perchè è una donna (anche se, in effetti, sarebbe ora che Como avesse una prima cittadina donna), ma voterò Barbara perchè è una persona capace, seria, che ha fatto del metodo, delle relazioni, della professionalità i punti di forza di una carriera di altissimo profilo e ha saputo costruire, nel corso di questi mesi, un’ampia aggregazione attorno a sé.

La voterò ー e vi invito a fare altrettanto ー non perchè è una donna, ma perchè sento che Barbara è la scelta giusta, la candidata che può davvero fare la differenza nella nostra città, con il suo sguardo e la sua visione per una città che abbia a cuore il benessere della propria cittadinanza, migliorando la qualità di vita di chi già qui abita, e anche di chi arriva e qui si ferma a vivere, avendo a cuore il benessere dei singoli e delle famiglie, pre occupandosi dell’ambiente, della vita culturale e sociale di Como e del suo sviluppo economico.

Voterò Barbara perchè è la scelta giusta per valorizzare le risorse di Como in ogni campo, puntando anche su collaborazioni con altre realtà virtuose italiane ed europee, per costruire un futuro, che può (e deve) essere migliore dell’attuale presente.

Voterò Barbara non perchè è una donna (anche se, in realtà, il fatto di avere uno sguardo femminile, pragmatico, concreto e con una visione sistemica dei problemi sulla “Cosa Pubblica” non mi dispiace affatto), ma voterò Barbara perchè è una persona che ha fatto dell’ascolto, dell’inclusività, della partecipazione attiva il proprio metodo di lavoro e ha saputo e voluto entrare in relazione con i vari quartieri e con il territorio, nella sua complessità.

Voterò Barbara, ー e vi invito a fare altrettanto ー perchè ha voluto e ha saputo ascoltare e collaborare con idee, appartenenze, storie personali e politiche diverse, provenienti da partiti, da associazioni, comitati, e anche da semplici cittadine e cittadini che hanno cose importanti e preziose da dire.

Voterò Barbara non perchè è una donna, ma perchè ho fiducia in lei e nella sua capacità di circondarsi di talenti e professionalità preziosi per Como, in uno spirito di pluralità e rispetto reciproco, propri di chi lavora insieme per un progetto comune.

Voterò Barbara ー e vi invito a fare altrettanto ー non perchè è una donna, anche se, a pensarci bene, di uomini al comando ne abbiamo avuti tanti, troppi, ed è giunto il momento di intraprendere strade mai percorse prima.

E allora, perchè no? Voterò Barbara ー e vi invito a fare altrettanto ー perchè è Barbara, è “lei”, con tutte le qualità che ha dimostrato di avere e di potere (e volere!) mettere a disposizione della nostra città.

Cittadini e cittadine di Como, domenica 26 giugno 2022, io voterò Barbara Minghetti e vi invito a fare altrettanto.

Ci meritiamo o no una possibilità mai percorsa prima di oggi?

Non lasciamocela sfuggire.

Gisella Belgeri operatrice culturale e fondatrice Autunno Musicale di Como
Alessandra Mascellaro notaia
Paola Dubini docente Università Bocconi
Sara Della Torre giornalista
Marta Pezzati presidente Como Accoglie
Annarita Polacchini manager
Luisa Azzerboni istruttrice di yoga e autrice di libri
Anna Ballerini Presidente Conalpa Como
Pia Pullici presidente associazione Thais
Anna Paola Manfredi avvocata
Bruna Capitani medico
Elisabetta Ferrario Presidente Amici del Novocomum
Mirella Quattrone avvocata
Gabriella Bonanomi di Auser Como
Maria Angela Previtera Direttrice Villa Carlotta
Anna Maspero Presidente Associazione Accanto
Giuseppina Alfieri medico
Olivia Molteni Piro fondatrice de Il Sole
Graziella Cotta ex dirigente scolastica
Camilla Pizzi operatrice SAI
Emma Flutti dottoressa in psicologia forense

11 Commenti

  1. Se guardasse veramente la lista dei candidati consiglieri del PD, ne troverebbe a iosa di studenti e lavoratori e lavoratrici dei ceti medio-bassi.
    Mica esiste solo il candidato sindaco.

  2. “e ai poveracci date le brioches”
    Non che per appoggiare il PD si debba essere sporchi brutti e cattivi , ma qualcuno che rappresenti il ceto operaio, quello che non tira a fine mese quello che vive in quartieri difficili quello che la spesa fa fatica……
    Buon voto a tutti

  3. Cara Minussi hai dimenticato di dire che voti Minghetti in quanto è una che non si è mai vista in consiglio comunale??…. una che sembra diventata una fucina di proposte all’improvvisto e non ha mai parlato o detto qualcosa di sensato in consiglio comunale in anni… Mi auguro per Como che questa volta venga dato il voto a chi invece si è dedicato per anni alla città e in consiglio c’è sempre stato come ha sempre ascoltato il problemi dei cittadini

  4. Peccato che nessuna delle firmatarie sia operaia, commessa o impiegata. A volte spiegazioni complicate si infilano in semplici dettagli.

  5. Lo dico da elettore di sinistra, mi sembra la Coalizione dei Carini.
    E come Moretti (Nanni) aspetto che anche la Minghetti dica qualcosa di sinistra.
    Perché finora ho sentito da questa candidata molte cose. Nessuna di sinistra, alcune appena appena di centro e molte di destra.
    Peraltro, il parterre delle sostenitrici mi sembra a dir poco neoliberista.

    1. Da elettore di sinistra ti rispondo: ma quante persone veramente di sinistra possono permettersi di abitare a Como? Ma hai visto quanto costa? La verità che Como è e sempre sarà di destra, vera o farlocca o mascherata. Per dirla facile, operai a Como non ne abitano come di fabbriche non ce ne sono più.

    1. Intende la buffonata imbastita dalla Lega per referendum che non avevano alcun senso? Ovviamente soldi spesi per nulla, esperimento fallito come già si poteva immaginare.

  6. Io voto centrosinistra da sempre… Sampietro, Terragni, Moretti, Gaffuri, Lucini, nel 2017 ho accettato Traglio e l’ho votato e ora Minghetti…
    Scoprire che la Signora Paola Minussi appoggia la candidata Sindaco/Sindaca Minghetti mi fa tremare di paura…
    Capisco che “Qualcuno/Qualcuna” desideri un posto di alta professionalità a Como… meglio un “Posto al Sole di Como”…
    Ricordo pure il caos politico di cui la Signora Minussi è stata protagonista… poco prima delle elezioni del 2017.
    Giusto per il 26 giugno 2022 … da Buon Comasco ho fatto gli scongiuri e mi sono comprato un cornetto rosso napoletano (ò cornicello)…
    .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo