Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Sanità

Video – Fontana: “Il Governo vuole restrizioni fino al 3 dicembre. Vedremo cosa diranno i dati dei prossimi giorni”

Uno spiraglio di ottimismo dal governatore Fontana. “Oggi per la prima volta calano i ricoveri”, ha detto anticipando in contenuti della conferenza stampa di questa sera. Sotto tutti gli aggiornamenti.

19.24 – La specifica

Regione Lombardia – in una nota – precisa che in merito alle dichiarazioni rilasciate stasera dal presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, su quanto comunicato dal ministro Boccia, il governatore, indicando la data del 3 dicembre, si riferiva “non alle misure restrittive, ma ai parametri per la definizione delle fasce”.

18.15 Dopo l’anticipazione di oggi “Ricoveri in calo”, ecco la diretta del presidente lombardo, Attilio Fontana

“I dati odierni evidenziano un miglioramento graduale e costante cioè dopo giorni assistiamo a una riduzione del numero delle persone ricoverate in ospedale. E’ importante e dimostrano che le misure assunte il 22 ottobre stanno dando esiti positivi. Da questa settimana valuteremo l’effetto dei restringimenti del Governo”.

“Ho incontrato sindaci e presidenti di provincia abbiamo deciso di continuare ad andare avanti in modo unitario senza differenze territoriali. Anche perché i dati indicano un comportamento unitario dell’epidemia in regione. Continueremo la battaglia insieme. Con il Governo abbiamo discusso sulla valutazione dei parametri, il ministro è disponibile a sottoporre i dati ai tecnici che valuteranno se modificarli. Il confronto sulle misure continua. I ministro Boccia ha detto che vogliono mantenere le misure fino al 3 dicembre, sono cose che saranno valutate nei prossimi giorni sulla base dell’evoluzione epidemiologica”.

18.04 – I dati epidemici di oggi in Lombardia

Covid – 645 positivi a Como e 7.453 in Lombardia. I morti sono 165

16.57 – L’anticipazione di Fontana

Anticipando il consueto bollettino del giorno, il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana oggi apre un piccolo speraglio di speranza – almeno in prospettiva – sull’andamento della pandemia.

“Oggi, per la prima volta dal dall’inizio della nuova ondata, il totale dei ricoveri in Lombardia ha segno negativo ( -32 ) – ha comunicato Fontana – Un nuovo piccolo segnale di miglioramento”.

“Potrebbe essere un dato isolato o l’inizio della discesa, i numeri non sono alti come l’ondata che abbiamo affrontato a marzo – ha aggiunto – ma i nostri ospedali si stanno occupando con enorme impegno di 8.291 persone ricoverate e 915 pazienti in terapia intensiva. Consolidare il segno “meno” su questi due numeri è la nostra assoluta priorità: cautela, distanziamento e mascherine”.

TAG ARTICOLO:

2 Commenti

  1. L’ordinanza della Regione Lombardia è ormai è vecchia di un mese (22ottobre). La riduzione del numero dei contagiati e dei conseguenti ricoveri è probabilmente da imputarsi più alle prescrizioni previste dal Governo per la Zona Rossa di un paio di settimane fa.
    Sono sempre più convinto che la causa principale della nostra situazione è la totale incapacità che il Governatore e il suo fido Assessore hanno dimostrato in entrambe le fasi della pandemia. Poi quando partono gli slogan sembra che sia sempre colpa di un altro: Roma ladrona, gli sbarchi dei migranti, la morte nera e la banda Bassotti. Però se si guardano bene le cose, chi governa la nostra Regione è stato tra i peggiori nella gestione dell’emergenza sanitaria. Non sono riusciti perfino a procurarsi i vaccini antinfluenzali che infatti non sono stati messi a disposizione di tutti. Purtroppo, c’è chi è bravo con promesse e slogan da osteria e chi è bravo a governare! Ognuno ha ciò che si merita. A noi c’è toccato questo e…. il suo fido Assessore ovviamente.

  2. @redazione : per favore non date più eco alle dichiarazioni di questo …….

    L’unico risultato delle sue parole è vanificare gli sforzi fatti finora dalle persone corrette e rispettose delle regole di convivenza civile , favorendo invece quelli del “liberi tutti tanto non sono problemi miei”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti: