Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Sanità

Covid – Ats: calano i tamponi positivi, si impenna la curva dei guariti. Tutti i numeri dei vaccini

Ats Insubria, nell’ultima settimana, ha registrato una riduzione dei tamponi positivi a fronte di un aumento del numero di tamponi totali eseguiti rispetto alla settimana precedente.

“Il numero di tamponi positivi è sceso notevolmente – ha spiegato Giuseppe Catanoso, direttore sanitario di Ats Insubria – notiamo un trend di aumento in riduzione rispetto alla settimana dal 12 al 18 novembre, a fronte di un aumento del numero di tamponi effettuati. Registriamo, infatti, 17.880 tamponi positivi a fronte degli oltre 19mila della settimana precedente”.

Secondo quanto comunicato da Ats, i nuovi casi sarebbero in discesa: la curva dei positivi starebbe scendendo ma, dato anch’esso molto importante, nell’ultimo mese sarebbe stata registrata un’impennata della linea dei guariti.

GALLERY – SFOGLIA PER VEDERE TUTTI I DATI

Inoltre, è stato fornito un ulteriore chiarimento sui dati inviati dai laboratori che, spesso, portano a impennate di casi. “Regione Lombardia ha predisposto una piattaforma dove tutti i laboratori immettono i dati tamponi effettuati e i nuovi positivi – ha spiegato Catanoso – ma a volte i laboratori, soprattutto quelli più grandi, non riescono a inserire entro la mezzanotte questi dati. Quindi vanno a sommarsi a quelli caricati il giorno successivo. L’importante, lo sottolineo ancora, è quindi guardare il dato settimanale dei positivi: confermo che si tratta di un dato confortante, stiamo andando in direzione giusta”.

Covid-Hotel

Ancora, Ats ha fornito alcuni chiarimenti in merito ai Covid-Hotel. Al momento sarebbero ancora solo 3 gli hotel a disposizione dei pazienti Covid asintomatici o paucisintomatici che non possono effettuare il periodo di isolamento presso la propria abitazione: due in provincia di Varese e uno a Como (il Just Hotel di Lomazzo, con 74 camere). Per ora, comunque, solo 4 persone avrebbero chiesto di poter trascorrere l’isolamento in queste strutture, in particolare in quella individuata a Gallarate.

Per quanto riguarda la richiesta che era stata portata avanti dal Como City Center, di cui avevamo parlato qui dopo la segnalazione del direttore della struttura, il direttore sociosanitario Ester Poncato ha chiarito: “Ats Insubria non aveva ricevuto nessuna candidatura da parte del B&b Como City Center, non ci è mai arrivata. Anzi, la candidatura è stata proposta da noi di Ats dopo le notizie uscite sulla stampa”.

Antinfluenzale

Infine, il direttore sanitario del Dipartimento Prevenzione Medico, Medicina Preventiva nelle Comunità Annalisa Donadini ha riassunto i numeri della campagna antinfluenzale.

“Abbiamo cercato di garantire una capillare offerta sul territorio – ha spiegato – l’obiettivo era aumentare la disponibilità di vaccini e la copertura, proprio per la co-circolazione del Covid e dei virus influenzali. Sappiamo che la distribuzione scaglionata ha rappresentato criticità e spesso difficoltà gestionali per i medici di famiglia, quindi abbiamo cercato di introdurre meccanismi di compensazione”.

Per quanto riguarda i numeri dei vaccini somministrati, ad oggi sono state registrate 100.500 dosi dai medici di base, 11.500 dalle Asst, 2mila dalle Rsa, 3mila da altri erogatori, per un totale di 117mila dosi circa. Per ora, dai dati di rendicontazione, è stato vaccinato intorno al 25% degli over 65, ma “stando alle previsioni sarà difficile riuscire a vaccinare anche tutti i 60-64enni se la richiesta fosse al 100%”, ha aggiunto Donadini.

Fermi: “Lombardia in Zona Arancione, a breve la comunicazione del Governo”. Cosa cambia

Ancora, per quanto riguarda le vaccinazioni da parte dei pediatri, ha spiegato: “Su 170 pediatri hanno aderito alle vaccinazioni in ambulatorio circa 60 attivamente (il 35% del totale). Hanno ricevuto lo spray nasale e dosi specifiche per i più fragili. Lo spray nasale per bimbi sani dai 2 ai 6 anni, secondo un’autorizzazione recente di Aifa consente un ciclo vaccinale con un’unica dose. A livello regionale sono state acquistate 500mila dosi e per la nostra Ats ne sono stati forniti 22mila, possiamo estendere questo vaccino fino ai 10 anni fino al 7 dicembre e poi anche ai giovani fino ai 18 anni, fino a gennaio. Nei primi 15 giorni di dicembre ci sarà una giornata dedicata all’offerta di questa vaccinazione: il 7 dicembre in Asst Lariana e Asst Sette Laghi, si pensa il 12 dicembre per Asst Valle Olona”.

TAG ARTICOLO:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab