Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità, Solidarietà e Sociale

Emergenza Freddo, la caserma di Borgovico quasi al completo. L’appello: “Serve aiuto economico, ecco come donare”

A breve la ex-caserma dei Carabinieri di Via Borgovico, messa a disposizione dalla Provincia per il servizio Emergenza Freddo, raggiungerà il numero massimo di ospiti. Nonostante la disponibilità dei volontari, i contributi del Comune e della Provincia di Como, i costi per la gestione dei dormitori invernali restano elevati. Ecco perché ogni anno Vicini di Strada – Rete per la Grave Marginalità rivolge a tutta la cittadinanza l’appello a sostenere le attività di “Emergenza Freddo”, quest’anno tramite la piattaforma di Fondazione Provinciale della Comunità Comasca.

La decisione di organizzare l’accoglienza notturna invernale per le persone senza dimora di Como in anticipo rispetto al 1° dicembre, data consueta di apertura del servizio, si è rivelata profetica. Il freddo intenso e improvviso degli ultimi giorni non ha colto impreparati i “Vicini di Strada”, sempre puntuali del dare risposta ai bisogni di chi vive in strada.

La Rete degli Enti e Servizi per la Grave Marginalità infatti, in sinergia con il Comune di Como e altri enti e gruppi del territorio, ha voluto aprire le porte del dormitorio invernale, finalizzato all’accoglienza notturna di persone senza dimora che non trovano ospitalità in altre strutture cittadine, già dal 15 di novembre.

La gestione dell’ospitalità è affidata ad operatori, con l’indispensabile collaborazione dei volontari presenti durante tutto il servizio, che come ogni anno si sono attivati immediatamente dando la propria disponibilità a coprire i turni. Oltre ad offrire una via di scampo al freddo invernale, infatti, il progetto Emergenza Freddo è pensato per creare occasioni di prossimità e di vicinanza fra i cittadini e le persone senza dimora.

Nonostante la disponibilità dei volontari, i contributi del Comune e della Provincia di Como, i costi per la gestione restano elevati.
Per far fronte a questa emergenza è indispensabile la collaborazione di tutti: ecco perché ogni anno Vicini di Strada rivolge a tutta la cittadinanza l’appello a sostenere le attività di “Emergenza Freddo”.

La campagna “CON TE/SENZA TE”

Quest’anno per la prima volta è stata aperta una raccolta fondi tramite la piattaforma della Fondazione Provinciale della Comunità Comasca: “Siamo felici di unirci ai tanti enti del territorio che stanno facendo rete per fronteggiare l’emergenza freddo e assistere i senzatetto della nostra città” ha dichiarato il Presidente Martino Verga. “Ritengo che iniziative come questa siano la dimostrazione che non solo una comunità coesa possa davvero raggiungere importanti obiettivi sociali ma che per fare ciò sia indispensabile partire da un’alleanza reale e profonda tra gli enti non profit del territorio. La Fondazione lavora da anni per promuovere iniziative di questo tipo e non può fare altro che applaudire all’impegno dei numerosi volontari e delle organizzazioni che lavorano insieme per portare un aiuto concreto a chi ha più bisogno”.

La campagna “CON TE/SENZA TE”, che sottolinea il ruolo prezioso dei cittadini nel supportare le attività di “Emergenza Freddo”, è visibile sul sito web di Vicini di Strada, alla pagina dedicata dove è possibile trovare tutti i dettagli e le modalità di donazione e che rimanda direttamente alla raccolta fondi sulla piattaforma della Fondazione Provinciale della Comunità Comasca.

Dormire per strada significa vivere una condizione di costante vulnerabilità: quando arriva il freddo, al rischio di subire violenze o essere derubati si aggiunge quello di morire assiderati.
È solo insieme che possiamo far fronte a questa emergenza – realizzando nel concreto l’idea di una comunità coesa e funzionale, che non lascia nessuno da solo, lanciata recentemente anche dall’iniziativa civica “Como Città Fratelli Tutti”.

Con l’aiuto di tutti possiamo garantire agli uomini e alle donne senza dimora di Como, per tutto il periodo invernale, un letto vero, una doccia calda, la colazione consumata al riparo dalle intemperie, la possibilità di sedersi a bere un the e a fare una partita a carte insieme ai volontari, stringendo quelle relazioni che sono il presupposto di ogni percorso di reinserimento nella società.

Il Piano per la gestione dell’“Emergenza Freddo”

Vicini di Strada – Rete dei Servizi per la Grave Marginalità di Como coordina dal 2010 anni il servizio di accoglienza notturna nel periodo invernale per le persone senza dimora della nostra città, favorendo la collaborazione tra i diversi soggetti coinvolti.
Il Piano “Emergenza Freddo” è infatti frutto della sinergia tra il Comune di Como e tanti enti, associazioni, gruppi informali e singoli cittadini che sentono di poter offrire il loro contributo personale.

L’ente che questo anno ha un ruolo di capofila della rete che sostiene il progetto è Fondazione Somaschi, in quanto soggetto gestore, in collaborazione con Fondazione Caritas, della struttura principale di accoglienza invernale, messa a disposizione della Provincia di Como e data in comodato al Comune.

L’accoglienza maschile è organizzata presso l’edificio di Via Borgovico 171 (ex caserma dei Carabinieri), gestito quest’anno dalla Fondazione Somaschi, mentre alle donne sono riservati i necessari posti letto presso il Dormitorio comunale permanente di via Napoleona, gestito da Fondazione Caritas. Integrano queste accoglienze una ventina di posti letto presso alcune parrocchie del territorio. Se durante l’inverno si verificasse la necessità di ulteriori ospitalità, si potrà usufruire di un altro spazio in città.

TAG ARTICOLO:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti:

Videolab
Turismo