Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Ambiente

Avete fatto infuriare Mauro Guerra: “Troppa gente, chiusa un’area a lago. Stop a sport e giochi di gruppo”

Non che il personaggio, quando serva, non sia capace di essere di una durezza notevole. E però, riuscire a far perdere la pazienza in maniera così netta al sindaco di Tremezzina e presidente di Anci Lombardia, Mauro Guerra, pur dotato di indubbie capacità diplomatiche, non è comunque cosa facilissima né scontata. Eppure, evidentemente, ci si è riusciti.

Il primo cittadino, infatti, ha ufficialmente comunicato che la ripresa a Tremezzina ha visto qualche “eccesso di comportamenti non adeguati” per cui ieri “già si è stati costretti, d’intesa con il gestore, a chiudere l’area a lago di Ossuccio”.

E non solo, perché altre situazioni hanno fatto drizzare le antenne spiega sempre Guerra: “Ieri c’era un gruppo dedito al beach volley a Tremezzo”.

Conclusione inevitabile: “Se va così, saremo costretti a richiudere tutto. E’ francamente intollerabile che l’irresponsabilità di qualcuno esponga a rischio la salute di tutti e possa condurre a limitare di nuovo la vita e la mobilità di tutti”.

“E’ un accorato appello che rivolgo – ha concluso il sindaco – Richiamiamo tutti al rispetto delle regole. Vogliamo tornare a vivere, a muoverci, a fare quello che gradualmente stiamo riprendendo a fare. Aiutiamoci reciprocamente a non dover più tornare a chiudere e limitare spazi, attività, vita economica, sociale, affettiva”.

Da segnalare, peraltro, che già il 22 maggio era stata pubblicata una nuova ordinanza (la trovate qui sotto) che vietava “tutte le attività sportive e di gioco non individuali” in parchi, ville e giardini e rinforzava i controlli nelle zone a rischio assembramento.

ordinanza tremezzina

CORONAVIRUS: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI DA COMO, LOMBARDIA E TICINO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti: