Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Aperitivi-assembramento, appello di Confcommercio ai bar: “Siate responsabili. Le scorrettezze di pochi penalizzano tutti”

“Sono sempre più numerose le segnalazioni di problemi collegati soprattutto alla movida e più in generale ad attività che non rispettano le prescrizioni e gli obblighi che ci sono stati recentemente imposti”.

Interviene così Confcommercio Como nei giorni in cui da più parti vengono segnalati aperitivi assembramento. Ultimo episodio, ieri sera:

Como, altro aperitivo-assembramento: maxi intervento di polizia e vigili. Negretti: “Collaborazione o pugno di ferro” 

Riapertura non significa liberi tutti.

Sottolineano da via Ballarini: “Questi quindici giorni sono importanti e potranno fare la differenza per evitare che comportamenti sbagliati possano costringere Stato e Regione ad assumere provvedimenti che sarebbero disastrosi per tutta la categoria in queste ore di ripresa”.

Riaperture: ‘assalto’ al primo aperitivo e polizia in piazza Volta. Davide (Krudo): “Noi in regola, il problema è lo spazio pubblico” 

Insomma “l’appello della Confcommercio Como a tutti gli operatori è ancora una volta teso ad agire con la responsabilità e la professionalità che abbiamo sempre dimostrato e soprattutto per evitare che le scorrettezze di pochi soggetti possano penalizzare un’intera categoria.
Non è nostro compito sostituirci alle Forze dell’Ordine ma sicuramente è indispensabile un’estrema collaborazione per evitare conseguenze più gravi. Ci siamo impegnati quindi per comunicare quali siano i corretti comportamenti ai nostri avventori ma gli stessi devono a loro volta agire in maniera tale da evitare il diffondersi della pandemia e pertanto di ritornare alle drammatiche giornate che purtroppo abbiamo già vissuto”.

Aperitivi e assembramenti, Fontana sbotta: “Quattro stupidotti vanificano gli sforzi. Chi sgarra chiude” 

CORONAVIRUS: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI DA COMO, LOMBARDIA E TICINO

 

2 Commenti

  1. Venissero chiusi e multati i locali che non si attengono alle disposizioni in essere. Perché penalizzare tutti a discapito di chi è ligio alle regole?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti: