Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Attualità

Centro, l’assedio dei furgoni. Il sogno di Patrizia: “Como sia come Sanremo, così si fa”

L’assedio costante al quale la città murata è sottoposta ogni mattina non è una novità.

Della masnada di furgoni e camion per le consegne che solcano le vie del centro storico abbiamo parlato frequentemente, intervistando i comaschi che devono convivere con il via vai di mezzi.

E parlando con Patrizia Rossotto, esponente di Legambiente autrice di un dossier di studio sul fenomeno e decisa sostenitrice di regole più stringenti per la Ztl.

E a rinvigorire il dibattito, agli sgoccioli di agosto, è proprio Signorotto che sul proprio profilo Facebook ha postato una foto del centro di Sanremo, via Matteotti, dove è in vacanza.

La città della Riviera di Ponente offrirebbe, infatti, spunti sulla corretta gestione di centro città pedonale.

Claudio Casartelli la normalità fuori da Como: area pedonale contornata da ZTL laterali, piena di negozi, tavolini, attività, .. così si organizza un centro città degno di tale nome

Pubblicato da Patrizia Signorotto su Sabato 31 agosto 2019

La foto porta un tag a Claudio Casartelli, presidente di Confesercenti Como, con una quantomeno tagliente didascalia:

La normalità fuori da Como: area pedonale contornata da ZTL laterali, piena di negozi, tavolini, attività, .. così si organizza un centro città degno di tale nome.

Altrettanto tagliente, e laconica, la risposta di Casartelli:

Quando ci sono i parcheggi…

“Questa è Sanremo via Matteotti e limitrofe, piene di negozi senza né auto né moto. Ma potrebbe essere Belluno, Verona, Bergamo, Mantova, Ferrara, Parma, Modena tanto per stare su capoluoghi di medie dimensioni – ha spiegato Signorotto contattata da ComoZero, fornendo numerosi esempi di amministrazioni che hanno scelto di istituire delle zone a traffico limitato di una certa estensione e a cui Como potrebbe ispirarsi – Tutte le città belle e turistiche sono così”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti: